1 Dicembre 2023

Share:

Adeguamenti statutari per lo sport: L’emendamento concede la tanto attesa proroga

di: Editore

Estensione dei termini nel mondo dello sport Adattamenti statutari e comunicazioni lavorative con nuove proroghe

riforma dello sport

Ulteriori proroghe vengono concesse per gli adattamenti statutari e le comunicazioni di lavoro nel settore dello sport.

Per conformarsi alla riforma introdotta in estate, le organizzazioni sportive avevano l’obbligo di adeguare i propri statuti entro il 31 dicembre; tuttavia, questa scadenza è stata posticipata al 30 giugno 2024. Allo stesso modo, le comunicazioni riguardanti gli impieghi stipulati tra luglio e dicembre 2023 potranno essere effettuate senza sanzioni entro il 30 gennaio 2024. Questo risultato è il frutto di un emendamento riveduto nel dl collegato fiscale (o anticipi), il dl 145/2023, che estende i termini degli obblighi stabiliti dal dlgs 36/2021, e dal successivo dlgs 120/2023.

Adeguamenti statutari: L’emendamento concede la tanto attesa proroga per apportare modifiche statutarie richieste dalla recente normativa. Tale normativa ha imposto alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche di aggiornare i propri statuti, introducendo criteri specifici sull’oggetto sociale legato all’organizzazione e alla gestione di attività sportive dilettantistiche. Questi adeguamenti avrebbero dovuto essere completati entro la fine di quest’anno, creando notevoli difficoltà per i consulenti tecnici e le stesse organizzazioni coinvolte anche negli adempimenti in materia di lavoro.

Comunicazioni obbligatorie: Una delle principali innovazioni della riforma riguarda l’inclusione di parte della normativa del lavoro nell’ambito dello sport dilettantistico, precedentemente regolato dall’articolo 67 del Tuir. Prima del dlgs 36/2021, la maggior parte dei rapporti di lavoro era considerata come redditi diversi, compensi praticamente esenti da tasse e con adempimenti minimi fino a 10 mila € annui. Tuttavia, da luglio, le associazioni e le società sportive dilettantistiche sono obbligate a comunicare mensilmente i rapporti di lavoro, utilizzando il nuovo registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche (Ras) o i canali tradizionali come i centri per l’impiego. La riforma prevedeva un periodo transitorio, ma successivi spostamenti della scadenza (ad esempio dal 31 ottobre al 30 novembre per le comunicazioni relative al periodo luglio-ottobre) hanno contribuito a ulteriori estensioni. L’emendamento al decreto Anticipi ha stabilito il 30 gennaio come termine ultimo per le comunicazioni riguardanti la seconda metà del 2023, da luglio a dicembre, senza imporre sanzioni per i ritardi entro la fine del primo mese del 2024.

Inoltre, l’Inps ha prorogato la scadenza per il versamento dei contributi previdenziali relativi al mese di ottobre 2023 al 7 dicembre, come annunciato nel messaggio 4268.

E i centri kite?

Le modifiche riguardanti gli adattamenti statutari e le comunicazioni lavorative nel settore dello sport possono avere un impatto sulle scuole e i centri di kitesurf in diverse maniere:

  1. Aggiornamenti Statutari: Se le scuole di kitesurf sono organizzate come associazioni o società sportive dilettantistiche, potrebbero essere soggette agli adattamenti statutari richiesti dalla normativa. Questi adattamenti potrebbero riguardare l’oggetto sociale dell’organizzazione e la gestione delle attività sportive dilettantistiche. Potrebbe essere necessario modificare o aggiornare gli statuti per conformarsi ai nuovi requisiti normativi.
  2. Comunicazioni Lavorative: Le scuole di kitesurf potrebbero essere tenute a comunicare i rapporti di lavoro secondo le nuove disposizioni. Queste comunicazioni possono coinvolgere istruttori, istruttori freelance o collaboratori che lavorano all’interno della scuola. Potrebbe essere richiesto di registrare questi rapporti di lavoro tramite il registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche o altri canali designati, conformemente alle norme introdotte.
  3. Tempistiche delle Proroghe: Le proroghe dei termini potrebbero concedere alle scuole di kitesurf più tempo per adattarsi alle nuove disposizioni. Questo potrebbe alleviare la pressione iniziale sulle scuole, offrendo un’estensione dei termini entro i quali devono completare gli adattamenti statutari e le comunicazioni dei rapporti di lavoro.
  4. Adempimenti e Complicazioni: Le modifiche normative possono comportare complessità aggiuntive in termini di adempimenti e procedure amministrative per le scuole di kitesurf. Potrebbero dover affrontare nuovi obblighi di registrazione o documentazione riguardanti l’attività lavorativa dei loro istruttori o collaboratori.

In generale, le scuole di kitesurf potrebbero dover prendere in considerazione questi cambiamenti normativi e adattare le proprie pratiche operative e amministrative per essere conformi alle nuove regole. Potrebbe essere utile consultare un esperto legale o un consulente per comprendere appieno l’impatto specifico di tali cambiamenti sulle operazioni della scuola di kitesurf e per garantire la conformità normativa.

Guarda altre News

Selezione Istruttori stagione 2024

Cercasi Istrutttori di Kitesurf VUOI ENTRARE A FAR PARTE DELLO STAFF KITESURFING.IT? L’Associazione Kitesurf Itali

REWaterSport: Economia circolare per l’ecosostenibilità

ReWaterSport è pronta a introdurvi in un mondo all'insegna dello sport e soprattutto dell'ecosostenibilità all'inter

Un augurio di natale dal team HARLEM KITESURFING

Con l'avvicinarsi delle festività natalizie, vogliamo prenderci un momento per esprimere la nostra più sentita gratitu

Quest’anno a Natale REGALA IL KITESURF

Esplora il Regalo Perfetto Quest'Anno: Corsi di Kitesurfing per un Natale Indimenticabile!

Become a Certified IKO Instructor at the Kite…

We are delighted to announce the opening of new courses IN ENGLISH LANGUAGE to become certified IKO instructors at the K

Diventa un istruttore IKO!

Il Centro Kite Lo Stagnone è lieto di annunciare l’apertura dei corsi per diventare un Istruttore Certificato IKO (In

F-ONE: All We Do

Finalmente è uscito "All We Do"! Immergetevi subito nel mondo di F-ONE e scopri la sua storia!

Arriva la stagione dello Snowkite!

Lo sport, che unisce la libertà del kite surf con la maestosità dell'inverno, sta guadagnando sempre più appassionati

WOO: Modelli di LED da conoscere

L'aggiornamento del firmware di questo mese a WOO 4.0 include alcuni nuovi schemi di lampeggiamento dei LED.

Sconti nello shop Airware

Approfitta dei grandi sconti sulla barra per kite ALMA e Airwave, fino alla fine di gennaio!

Dietro le quinte del Red Bull King of the…

Vi portiamo dietro le quinte di Kite Beach, a Città del Capo, in Sudafrica, per vedere tutte le emozioni, l'azione e i

Adeguamenti statutari per lo sport: L’emendamento concede la tanto attesa proroga

di: Editore

Estensione dei termini nel mondo dello sport Adattamenti statutari e comunicazioni lavorative con nuove proroghe

riforma dello sport

Ulteriori proroghe vengono concesse per gli adattamenti statutari e le comunicazioni di lavoro nel settore dello sport.

Per conformarsi alla riforma introdotta in estate, le organizzazioni sportive avevano l’obbligo di adeguare i propri statuti entro il 31 dicembre; tuttavia, questa scadenza è stata posticipata al 30 giugno 2024. Allo stesso modo, le comunicazioni riguardanti gli impieghi stipulati tra luglio e dicembre 2023 potranno essere effettuate senza sanzioni entro il 30 gennaio 2024. Questo risultato è il frutto di un emendamento riveduto nel dl collegato fiscale (o anticipi), il dl 145/2023, che estende i termini degli obblighi stabiliti dal dlgs 36/2021, e dal successivo dlgs 120/2023.

Adeguamenti statutari: L’emendamento concede la tanto attesa proroga per apportare modifiche statutarie richieste dalla recente normativa. Tale normativa ha imposto alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche di aggiornare i propri statuti, introducendo criteri specifici sull’oggetto sociale legato all’organizzazione e alla gestione di attività sportive dilettantistiche. Questi adeguamenti avrebbero dovuto essere completati entro la fine di quest’anno, creando notevoli difficoltà per i consulenti tecnici e le stesse organizzazioni coinvolte anche negli adempimenti in materia di lavoro.

Comunicazioni obbligatorie: Una delle principali innovazioni della riforma riguarda l’inclusione di parte della normativa del lavoro nell’ambito dello sport dilettantistico, precedentemente regolato dall’articolo 67 del Tuir. Prima del dlgs 36/2021, la maggior parte dei rapporti di lavoro era considerata come redditi diversi, compensi praticamente esenti da tasse e con adempimenti minimi fino a 10 mila € annui. Tuttavia, da luglio, le associazioni e le società sportive dilettantistiche sono obbligate a comunicare mensilmente i rapporti di lavoro, utilizzando il nuovo registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche (Ras) o i canali tradizionali come i centri per l’impiego. La riforma prevedeva un periodo transitorio, ma successivi spostamenti della scadenza (ad esempio dal 31 ottobre al 30 novembre per le comunicazioni relative al periodo luglio-ottobre) hanno contribuito a ulteriori estensioni. L’emendamento al decreto Anticipi ha stabilito il 30 gennaio come termine ultimo per le comunicazioni riguardanti la seconda metà del 2023, da luglio a dicembre, senza imporre sanzioni per i ritardi entro la fine del primo mese del 2024.

Inoltre, l’Inps ha prorogato la scadenza per il versamento dei contributi previdenziali relativi al mese di ottobre 2023 al 7 dicembre, come annunciato nel messaggio 4268.

E i centri kite?

Le modifiche riguardanti gli adattamenti statutari e le comunicazioni lavorative nel settore dello sport possono avere un impatto sulle scuole e i centri di kitesurf in diverse maniere:

  1. Aggiornamenti Statutari: Se le scuole di kitesurf sono organizzate come associazioni o società sportive dilettantistiche, potrebbero essere soggette agli adattamenti statutari richiesti dalla normativa. Questi adattamenti potrebbero riguardare l’oggetto sociale dell’organizzazione e la gestione delle attività sportive dilettantistiche. Potrebbe essere necessario modificare o aggiornare gli statuti per conformarsi ai nuovi requisiti normativi.
  2. Comunicazioni Lavorative: Le scuole di kitesurf potrebbero essere tenute a comunicare i rapporti di lavoro secondo le nuove disposizioni. Queste comunicazioni possono coinvolgere istruttori, istruttori freelance o collaboratori che lavorano all’interno della scuola. Potrebbe essere richiesto di registrare questi rapporti di lavoro tramite il registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche o altri canali designati, conformemente alle norme introdotte.
  3. Tempistiche delle Proroghe: Le proroghe dei termini potrebbero concedere alle scuole di kitesurf più tempo per adattarsi alle nuove disposizioni. Questo potrebbe alleviare la pressione iniziale sulle scuole, offrendo un’estensione dei termini entro i quali devono completare gli adattamenti statutari e le comunicazioni dei rapporti di lavoro.
  4. Adempimenti e Complicazioni: Le modifiche normative possono comportare complessità aggiuntive in termini di adempimenti e procedure amministrative per le scuole di kitesurf. Potrebbero dover affrontare nuovi obblighi di registrazione o documentazione riguardanti l’attività lavorativa dei loro istruttori o collaboratori.

In generale, le scuole di kitesurf potrebbero dover prendere in considerazione questi cambiamenti normativi e adattare le proprie pratiche operative e amministrative per essere conformi alle nuove regole. Potrebbe essere utile consultare un esperto legale o un consulente per comprendere appieno l’impatto specifico di tali cambiamenti sulle operazioni della scuola di kitesurf e per garantire la conformità normativa.

Altre News


Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi