13 Novembre 2009

Share:

Test nuova tavola Fatal Wave Classic 6.0

di: Redazione Kitesurfing

Grande uscita ad Anzio bay domenica 8 novembre, vento side-off rafficato, ma onda pulita e grande abbastanza per essere aggressivi.

Finalmente sono riuscito a testare molto bene la new board RRD Fatal Wave Classic 6.0.

All’inizio ho usato il trim normalissimo con pinne di serie disposizione delle strap come da manuale. tavola fluida veloce ottimo re-entry. tutto ok.

Dopo qualche ora, in un momento di relax, ho pensato se potevo avere qualcosa in più dala tavola, vista anche la mia “esigua stazza”. allora ho messo delle pinne sempre di serie Future 4.5 e 4.6 più grandi delle 4.35 di serie, ho arretrato leggermente la straps davanti e avvicinato quella dietro, creando maggior concentrazione dei pesi, e in ultimo ho centrato la straps posteriore per non caricare troppo il bordo.

Con questo assetto finale le sensazioni che mi ha dato questa nuiova board sono veramente sensazionali, aggressina nel bottom-turn e sopratutto fluida nell’uscita dal cut-back.

La tavole nel suo aspetto è molto resistente, in quanto è composta con un insieme di schiuma, sandwich, ma la cosa che alla fine per i miei gusti è perfetta è il tipo di pinna oltre alla loro posizione.

La tavola in confronto alle altre wave board è molto dritta, inoltre monta dei pads molto confortevoli.

Speriamo di riuscire presto ad effettuare un nuovo test trovando le giuste condizioni.

Un ringraziamento particolare all’amico Roberto Foresti che ci ha seguito al mare per alcuni scatti.

Ciao a presto, Mauro “Fiasco” Riccieri.

Guarda altre News

Tom Court: Un’Epica Avventura di Kitesurf Britannica

In questa avvincente video, immergetevi nell'entusiasmante mondo del kitesurf con Tom Court in "Hike and Kite' Back Coun

Oswald Smith: Il Nuovo Prodigio del Kitesurf con…

È ufficiale! North Kiteboarding presenta l'ultimo arrivo nella sua squadra internazionale: Oswald Smith, meglio conosci

Brasile: Intensa Passione per il Foil Trip

Quando si parla del Brasile, la parola "passione" assume tutto il suo significato. Ed è proprio questa passione che ha

British Kitesurfing Association dice la sua sulle olimpiadi

La British Kitesurfing Association (BKSA) ha lavorato a stretto contatto con la Royal Yachting Association (RYA), gli or

La Kite Park League e la sua Missione

Il 2024 si apre con uno spettacolo mozzafiato nel mondo del kitesurf, grazie alla Kite Park League (KPL) che ha dato il

Trionfale Ritorno di Liam Whaley sulle Onde

Dopo una lunga assenza dovuta a un infortunio, Liam Whaley è finalmente tornato al kitesurf, regalando ai suoi fan un m

Nolot & Maeder trionfano agli Europei in crescendo…

Dopo una settimana di intense competizioni, Max Maeder e Lauriane Nolot hanno rispettivamente conquistato i titoli europ

Aperte le iscrizioni per la KPL in Sicilia

Lo sguardo è ora rivolto alla seconda tappa del tour, porterà la Kite Park League nelle acque salate de Lo Stagnone, i

Entusiasmante Prima Tappa del Campionato Italiano di Kite…

Gli amanti del kitesurf si sono ritrovati a Ostia per la prima tappa del Campionato Italiano di Kite Wave 2024, un event

GKA: Premi per onorare i grandi del kitesurf…

Il più grande evento nel kitesurf per riconoscere i traguardi nel mondo dello sport, i Premi Qatar Airways GKA, si appr

Test nuova tavola Fatal Wave Classic 6.0

di: Redazione Kitesurfing

Grande uscita ad Anzio bay domenica 8 novembre, vento side-off rafficato, ma onda pulita e grande abbastanza per essere aggressivi.

Finalmente sono riuscito a testare molto bene la new board RRD Fatal Wave Classic 6.0.

All’inizio ho usato il trim normalissimo con pinne di serie disposizione delle strap come da manuale. tavola fluida veloce ottimo re-entry. tutto ok.

Dopo qualche ora, in un momento di relax, ho pensato se potevo avere qualcosa in più dala tavola, vista anche la mia “esigua stazza”. allora ho messo delle pinne sempre di serie Future 4.5 e 4.6 più grandi delle 4.35 di serie, ho arretrato leggermente la straps davanti e avvicinato quella dietro, creando maggior concentrazione dei pesi, e in ultimo ho centrato la straps posteriore per non caricare troppo il bordo.

Con questo assetto finale le sensazioni che mi ha dato questa nuiova board sono veramente sensazionali, aggressina nel bottom-turn e sopratutto fluida nell’uscita dal cut-back.

La tavole nel suo aspetto è molto resistente, in quanto è composta con un insieme di schiuma, sandwich, ma la cosa che alla fine per i miei gusti è perfetta è il tipo di pinna oltre alla loro posizione.

La tavola in confronto alle altre wave board è molto dritta, inoltre monta dei pads molto confortevoli.

Speriamo di riuscire presto ad effettuare un nuovo test trovando le giuste condizioni.

Un ringraziamento particolare all’amico Roberto Foresti che ci ha seguito al mare per alcuni scatti.

Ciao a presto, Mauro “Fiasco” Riccieri.

Altre News


Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi