26 Maggio 2018

Share:

In memoria di Christian Pesavento

di: Redazione Kitesurfing

Mercoledì verso le ore 14 in Sud America, precisamente Porto Seguro, città del Brasile nello Stato di Bahia, è scomparso il nostro amico kiters Christian Pesavento.

Le testate giornalistiche dicono che è stato a causa di una folata di vento improvvisa, noi pensiamo che le cause non siamo assolutamente quelle, infatti attendiamo l’autopsia per sapere la verità.

Anche se il Kitesurf può avere molte sfaccettature, a volte anche tragiche, non ci sono al momenti casi che mentre si pratica kitesurf in mare aperto, veniamo colpiti da tragici incidenti di questo tipo, sopratutto se si è un rider esperto come Christian.

Uno dei casi più pericolosi, sono quando usciamo in condizioni avverse, di vento instabile, dove in alcune circostanze il rider ha perso il controllo della vela ed è andato a schiantarsi contro qualche ostacolo nella terra ferma. 

Ma se si seguono le giuste indicazioni il kitesurf è uno sport assolutamente sicuro al 100%.

Ecco quello che pubblicano le testate giornalistiche di questi giorni. 

È morto in Brasile a 37 anni in un’uscita sull’oceano Atlantico in kitesurfing, sport estremo che praticava da tempo: vittima  il thienese Christian Pesavento, 37 anni, che dal 2011  lavorava come gelatiere  a Porto Seguro, nello Stato di Bhaia. Era istruttore di kitesurfing, ma l’esperienza non è bastata a Pesavento per evitare la morte, provocata non da un errore ma per una tragica fatalità: un anomalo colpo di vento.

Per chi vuole ricordare Christian potete cliccare alla sua pagina Facebook rimasta aperta dai familiari in sua memoria  https://www.facebook.com/christian.pesavento.1

R.I.P. 

Guarda altre News

Tom Court: Un’Epica Avventura di Kitesurf Britannica

In questa avvincente video, immergetevi nell'entusiasmante mondo del kitesurf con Tom Court in "Hike and Kite' Back Coun

Oswald Smith: Il Nuovo Prodigio del Kitesurf con…

È ufficiale! North Kiteboarding presenta l'ultimo arrivo nella sua squadra internazionale: Oswald Smith, meglio conosci

Brasile: Intensa Passione per il Foil Trip

Quando si parla del Brasile, la parola "passione" assume tutto il suo significato. Ed è proprio questa passione che ha

British Kitesurfing Association dice la sua sulle olimpiadi

La British Kitesurfing Association (BKSA) ha lavorato a stretto contatto con la Royal Yachting Association (RYA), gli or

La Kite Park League e la sua Missione

Il 2024 si apre con uno spettacolo mozzafiato nel mondo del kitesurf, grazie alla Kite Park League (KPL) che ha dato il

Trionfale Ritorno di Liam Whaley sulle Onde

Dopo una lunga assenza dovuta a un infortunio, Liam Whaley è finalmente tornato al kitesurf, regalando ai suoi fan un m

Nolot & Maeder trionfano agli Europei in crescendo…

Dopo una settimana di intense competizioni, Max Maeder e Lauriane Nolot hanno rispettivamente conquistato i titoli europ

Aperte le iscrizioni per la KPL in Sicilia

Lo sguardo è ora rivolto alla seconda tappa del tour, porterà la Kite Park League nelle acque salate de Lo Stagnone, i

In memoria di Christian Pesavento

di: Redazione Kitesurfing

Mercoledì verso le ore 14 in Sud America, precisamente Porto Seguro, città del Brasile nello Stato di Bahia, è scomparso il nostro amico kiters Christian Pesavento.

Le testate giornalistiche dicono che è stato a causa di una folata di vento improvvisa, noi pensiamo che le cause non siamo assolutamente quelle, infatti attendiamo l’autopsia per sapere la verità.

Anche se il Kitesurf può avere molte sfaccettature, a volte anche tragiche, non ci sono al momenti casi che mentre si pratica kitesurf in mare aperto, veniamo colpiti da tragici incidenti di questo tipo, sopratutto se si è un rider esperto come Christian.

Uno dei casi più pericolosi, sono quando usciamo in condizioni avverse, di vento instabile, dove in alcune circostanze il rider ha perso il controllo della vela ed è andato a schiantarsi contro qualche ostacolo nella terra ferma. 

Ma se si seguono le giuste indicazioni il kitesurf è uno sport assolutamente sicuro al 100%.

Ecco quello che pubblicano le testate giornalistiche di questi giorni. 

È morto in Brasile a 37 anni in un’uscita sull’oceano Atlantico in kitesurfing, sport estremo che praticava da tempo: vittima  il thienese Christian Pesavento, 37 anni, che dal 2011  lavorava come gelatiere  a Porto Seguro, nello Stato di Bhaia. Era istruttore di kitesurfing, ma l’esperienza non è bastata a Pesavento per evitare la morte, provocata non da un errore ma per una tragica fatalità: un anomalo colpo di vento.

Per chi vuole ricordare Christian potete cliccare alla sua pagina Facebook rimasta aperta dai familiari in sua memoria  https://www.facebook.com/christian.pesavento.1

R.I.P. 

Altre News


Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi