21 Settembre 2023

Share:

Formula Kite: a volte meno è meglio

di: Editore

Dopo due giorni in cui i Campionati Europei di Formula Kite sono saltati a causa di venti che soffiavano regolarmente oltre i 40 nodi, i rider che hanno scelto di non partecipare all’evento potrebbero pensare di aver preso la decisione giusta. Non che il meteo sia stato il motivo per cui hanno deciso di saltare Portsmouth.

formula kite portsmouth

La stagione è stata lunga e alcuni dei protagonisti della flotta sentono il bisogno di una pausa. A meno di un anno dai Giochi di Parigi 2024, le opportunità di prendersi una pausa sono limitate nella spinta finale verso la regata olimpica di Marsiglia della prossima estate.

I rappresentanti maschili e femminili della Francia alla regata olimpica di prova di Marsiglia, svoltasi a luglio, sono stati entrambi premiati con l’oro. Un risultato perfetto per Lauriane Nolot e Axel Mazella. Nolot ha coronato una straordinaria estate di successi conquistando il suo primo titolo mondiale di Formula Kite ai Campionati Mondiali di Vela Allianz dell’Aia alla fine di agosto.

formula kite portsmouth

Mazella è salito sul podio anche nei Paesi Bassi: il francese ha conquistato il bronzo dietro al sedicenne di Singapore Max Maeder e al campione del mondo 2022 della Slovenia, che quest’anno ha conquistato l’argento, Toni Vodisek. La stella di Mazella è stata in ascesa nel 2023, ma ora è in partenza per Mauritius per un po’ di relax, anche se continuerà a praticare il kiteboarding in paradiso. “Non vedo l’ora di partire. È stata una stagione molto intensa e sappiamo che anche il prossimo anno sarà molto intenso, con molti eventi che si susseguiranno e poi i Giochi Olimpici. Quindi Mauritius è il mio momento di relax e di ricarica“.

formula kite portsmouth

Nolot ha deciso tardivamente di ritirarsi dagli Europei, essendo arrivata seconda ai Mediterranean Beach Games di Creta pochi giorni prima e non sentendosi al meglio. “Penso che stiamo iniziando a capire che non possiamo esibirci in ogni singolo evento durante l’anno“, dice la francese. “Non mi sento al 100%. È stata una stagione lunga e ho vinto una serie di grandi eventi quest’anno – la Principessa Sofia, la Regata Olimpica di Prova e il Campionato del Mondo – e penso che sia giunto il momento di riposare un po’ prima dei Giochi Olimpici del prossimo anno“.

formula kite portsmouth

Dopo aver vinto sei titoli mondiali di fila ed essere rimasta imbattuta in tutte le competizioni più importanti per un periodo di sei anni, l’americana Daniela Moroz ha iniziato a essere raggiunta dai primi classificati di altre nazioni, in particolare Francia e Gran Bretagna. I velisti statunitensi hanno lottato per molti anni con la mancanza di fondi rispetto a molte altre grandi nazioni veliche. Moroz ha iniziato a lavorare con il suo allenatore solo poco più di un anno fa ed è il manager della sua campagna. Si tratta di una responsabilità e di un’autogestione notevoli per chiunque, figuriamoci per una ventiduenne giramondo senza fissa dimora. E spetta soprattutto a Moroz capire se ha bisogno di riposo. Dopo un recente esame di coscienza, ha deciso che per il momento è meglio così.

formula kite portsmouth

È stata una stagione estenuante dal punto di vista fisico ed emotivo per l’atleta americana, che ha dichiarato di volersi ritirare dalle competizioni per il resto dell’anno. Sebbene abbia qualificato la nazione per un posto ai Giochi di Parigi 2024, il quinto posto ai Mondiali 2023 è stato un risultato deludente per l’atleta che per tanto tempo ha stabilito il punto di riferimento nelle competizioni di kitefoil femminile. “È stato un anno difficile, perché di solito la Test Regatta e i ‘Super Worlds’ [il Campionato del Mondo di Vela Allianz] non si svolgono nello stesso anno, ma è andata così dopo i ritardi del COVID. Non sono sicuro che sarei riuscito a partecipare a un altro evento competitivo di altissimo livello come gli Europei. Si tratta di gestire le aspettative e i livelli di energia. Quindi mi sto prendendo del tempo per rilassarmi e per impormi dei giorni di riposo dalle gare e persino dagli allenamenti.

formula kite portsmouth

Nella maggior parte degli altri sport c’è una bassa stagione, ma nella vela ci si aspetta che ci si alleni per tutto l’anno. E possiamo regatare sia in inverno che in estate. Quindi penso che il nostro sport sia davvero interessante in questo senso“.

Quando Moroz dice “interessante” probabilmente intende “travolgente”. È talmente dedita al processo di miglioramento continuo che trova difficile allontanarsi dalla tavola senza provare un senso di colpa. “C’è sempre quella voce in fondo alla testa che ti dice che gli altri si stanno ancora allenando, e vedi i loro social media e quello che stanno facendo“. È allora che si insinua la sensazione di dover fare di più, anche se Moroz sa che di più non sempre significa meglio. “In queste situazioni, credo sia importante avere fiducia in se stessi e ricordare che si sta lavorando. Bisogna attenersi al proprio programma, ma è molto difficile perché si entra nel circolo vizioso di voler continuare ad allenarsi e gareggiare durante tutto l’anno. È davvero difficile programmare il tempo libero, il che porta al sovrallenamento, che porta all’esaurimento mentale e fisico, che porta al burnout“.

formula kite portsmouth

Si dice che sia più difficile rimanere in cima che arrivare in cima, e questa è una frase che certamente si adatta a Moroz. Quando la curva di apprendimento si appiattisce e ci si ritrova a lavorare sui piccoli dettagli, per ottenere quell’1% finale di prestazioni, le ricompense dell’allenamento non arrivano più in modo così rapido. Ecco perché le piace molto imparare a navigare su un International Moth. “Quando si inizia a praticare questo sport, che si tratti di kite o di altre classi veliche, all’inizio la curva di apprendimento è molto ripida. Io ho iniziato a navigare con i Moth all’inizio di quest’anno e mi sto divertendo un mondo. Mi sento così gratificato da ogni sessione, perché ogni sessione è così innovativa“.

formula kite portsmouth

Provare diverse attività e prendersi del tempo per sé è una parte vitale del processo, dice Moroz. “Onestamente, ho avuto alcune delle mie più grandi epifanie sul kite quando ho avuto del tempo libero e quando sono stato esposto a diversi ambienti. Di recente ho trascorso molto tempo a Miami e a Newport, Rhode Island, soprattutto perché il mio ragazzo è un professionista della vela. Così, ogni volta che ho del tempo libero, vado a trovarlo. Essere in quella cultura è davvero interessante, perché si finisce sempre per avere conversazioni interessanti con persone diverse. Anche se non hanno a che fare con il kite, penso che si possa imparare qualcosa da tutti“.

Testo in inglese: Andy Rice
Foto: © IKA media

Guarda altre News

Viana do Castelo Incoronata con un Epico Campionato…

Lo scorso fine settimana, Viana do Castelo è diventata l'epicentro dell'emozione e dell'adrenalina con la celebrazione

La Corsa ai Titoli Mondiali di Big Air…

I leader nella corsa ai titoli mondiali di Big Air, il duo olandese composto da Jamie Overbeek e Pippa van Iersel, sono

WINGFOIL: Nia Suardiaz e Mathis Ghio Trionfano al…

Nia Suardiaz, a soli 17 anni, ha lasciato tutti a bocca aperta dominando la competizione femminile dall'inizio alla fine

Il GKA Annuncia un Ambizioso Nuovo Piano per…

Dal 29 agosto al 1 settembre, Dunkerque sarà il teatro di un'iniziativa rivoluzionaria nel mondo del kitesurf, promossa

Jamie Overbeek: La Prima Grande Vittoria di un…

Il kitesurfer olandese Jamie Overbeek ha conquistato la sua prima grande vittoria al GKA Lords of Tram in Francia

Pippa van Iersel: Un Ritorno Vincente nel Mondo…

La kitesurfer olandese Pippa van Iersel ha trionfato nella tappa inaugurale del Qatar Airways GKA Big Air Kite World Cha

VIDEO: Big Air alla Laguna “in una giornata…

Jamie Overbeek è stato attirato da una previsione promettente che è andata completamente storta, ma la laguna ha fatto

Jeremy Burlando Trionfa al Full Power Tarifa 2024

Il Full Power Tarifa 2024, prestigiosa competizione di Big Air organizzata annualmente in Spagna sul rinomato spot di Ba

Cécilia Rastello: Un Talento Emergente nel Circuito Engie…

Cécilia Rastello, partecipante al circuito Engie Kite Tour dalla stagione 2023, è stata recentemente celebrata dalla F

Formula Kite World Championship: Poema Newland Ritrova la…

Dopo un inizio disastroso nella giornata di apertura del Campionato del Mondo Formula Kite a Hyères, Poema Newland

I Migliori Luoghi per il Kitesurf in Colombia

Ciao kiters e wingfoilers! Oggi esploreremo i migliori spot per il kitesurf in Colombia, una terra ricca di bellezze nat

GKA svela un nuovo piano ambizioso per il…

Il GKA sta lanciando una nuova iniziativa importante nel kitesurf, che comprende una gara ProAm e opportunità di test d

Tutto sulla “Ford Kitegirl Day” 2024 a PUPUYA

Incontro femminile di kitesurf: Constanza Ulloa ha vinto la "Ford Kitegirl Day" 2024, che si è svolta per la prima volt

Risultati del FULL POWER Tarifa 2024

Quest'anno, senza cancellazioni, grazie al levante di Tarifa e con un grande spettacolo dei migliori rider del mondo, co

WINGFOIL: Prima Tappa della Spain WingFoil League Chiclana…

La prima tappa della stagione della Spain WingFoil League ci ha regalato giorni epici di sole, vento e competizione.

Nia Suardíaz: La Regina del Wingfoil Conquista Tarifa…

Nia Suardíaz, la prodigiosa campionessa mondiale di Wingfoil, ha di nuovo lasciato il segno nelle acque di Valdevaquero

Conto alla rovescia per i Campionati del Mondo…

I Campionati del Mondo di Kitefoil 2024 apriranno sabato 11 maggio a Hyères, sulla spiaggia dei Vieux Salins.

Rodrigues International Kitesurf Festival 2024: Oswald Smith sarà…

Dopo Jalou Langeree (madrina) e Louka Pitot (padrino) dello scorso anno, l'edizione 2024 del Rodrigues International Kit

Focus sull’Engie Youth Academie, con Antoine Weiss e…

Il programma dell'Engie Youth Academie, esistente dal 2023, si propone di trasmettere ai rider le basi fondamentali per

VIDEO: ELEVEIGHT – Poetry in Flight

In una splendida giornata in Francia, tutto sembrava andare al suo posto. Proprio quando il vento di Tramontana ha inizi

La Emozionante Copa Calima Pescao II Regata in…

La Copa Calima Pescao II Regata si è conclusa in Colombia, e i risultati sono impressionanti nelle gare che si sono sv

Ultimi Biglietti per i Giochi Olimpici di Parigi…

Connor Bainbridge della Gran Bretagna e Elena Lengwiler della Svizzera hanno dominato l'Ultima Regata di Qualificazione

DÉFI KITE 2024: oggi un epico evento in…

Il Défi Kite 2024, giunto alla sua 10ª edizione, aprirà i battenti questo venerdì 3 maggio sul mitico spot di Gruiss

Formula Kite: a volte meno è meglio

di: Editore

Dopo due giorni in cui i Campionati Europei di Formula Kite sono saltati a causa di venti che soffiavano regolarmente oltre i 40 nodi, i rider che hanno scelto di non partecipare all’evento potrebbero pensare di aver preso la decisione giusta. Non che il meteo sia stato il motivo per cui hanno deciso di saltare Portsmouth.

formula kite portsmouth

La stagione è stata lunga e alcuni dei protagonisti della flotta sentono il bisogno di una pausa. A meno di un anno dai Giochi di Parigi 2024, le opportunità di prendersi una pausa sono limitate nella spinta finale verso la regata olimpica di Marsiglia della prossima estate.

I rappresentanti maschili e femminili della Francia alla regata olimpica di prova di Marsiglia, svoltasi a luglio, sono stati entrambi premiati con l’oro. Un risultato perfetto per Lauriane Nolot e Axel Mazella. Nolot ha coronato una straordinaria estate di successi conquistando il suo primo titolo mondiale di Formula Kite ai Campionati Mondiali di Vela Allianz dell’Aia alla fine di agosto.

formula kite portsmouth

Mazella è salito sul podio anche nei Paesi Bassi: il francese ha conquistato il bronzo dietro al sedicenne di Singapore Max Maeder e al campione del mondo 2022 della Slovenia, che quest’anno ha conquistato l’argento, Toni Vodisek. La stella di Mazella è stata in ascesa nel 2023, ma ora è in partenza per Mauritius per un po’ di relax, anche se continuerà a praticare il kiteboarding in paradiso. “Non vedo l’ora di partire. È stata una stagione molto intensa e sappiamo che anche il prossimo anno sarà molto intenso, con molti eventi che si susseguiranno e poi i Giochi Olimpici. Quindi Mauritius è il mio momento di relax e di ricarica“.

formula kite portsmouth

Nolot ha deciso tardivamente di ritirarsi dagli Europei, essendo arrivata seconda ai Mediterranean Beach Games di Creta pochi giorni prima e non sentendosi al meglio. “Penso che stiamo iniziando a capire che non possiamo esibirci in ogni singolo evento durante l’anno“, dice la francese. “Non mi sento al 100%. È stata una stagione lunga e ho vinto una serie di grandi eventi quest’anno – la Principessa Sofia, la Regata Olimpica di Prova e il Campionato del Mondo – e penso che sia giunto il momento di riposare un po’ prima dei Giochi Olimpici del prossimo anno“.

formula kite portsmouth

Dopo aver vinto sei titoli mondiali di fila ed essere rimasta imbattuta in tutte le competizioni più importanti per un periodo di sei anni, l’americana Daniela Moroz ha iniziato a essere raggiunta dai primi classificati di altre nazioni, in particolare Francia e Gran Bretagna. I velisti statunitensi hanno lottato per molti anni con la mancanza di fondi rispetto a molte altre grandi nazioni veliche. Moroz ha iniziato a lavorare con il suo allenatore solo poco più di un anno fa ed è il manager della sua campagna. Si tratta di una responsabilità e di un’autogestione notevoli per chiunque, figuriamoci per una ventiduenne giramondo senza fissa dimora. E spetta soprattutto a Moroz capire se ha bisogno di riposo. Dopo un recente esame di coscienza, ha deciso che per il momento è meglio così.

formula kite portsmouth

È stata una stagione estenuante dal punto di vista fisico ed emotivo per l’atleta americana, che ha dichiarato di volersi ritirare dalle competizioni per il resto dell’anno. Sebbene abbia qualificato la nazione per un posto ai Giochi di Parigi 2024, il quinto posto ai Mondiali 2023 è stato un risultato deludente per l’atleta che per tanto tempo ha stabilito il punto di riferimento nelle competizioni di kitefoil femminile. “È stato un anno difficile, perché di solito la Test Regatta e i ‘Super Worlds’ [il Campionato del Mondo di Vela Allianz] non si svolgono nello stesso anno, ma è andata così dopo i ritardi del COVID. Non sono sicuro che sarei riuscito a partecipare a un altro evento competitivo di altissimo livello come gli Europei. Si tratta di gestire le aspettative e i livelli di energia. Quindi mi sto prendendo del tempo per rilassarmi e per impormi dei giorni di riposo dalle gare e persino dagli allenamenti.

formula kite portsmouth

Nella maggior parte degli altri sport c’è una bassa stagione, ma nella vela ci si aspetta che ci si alleni per tutto l’anno. E possiamo regatare sia in inverno che in estate. Quindi penso che il nostro sport sia davvero interessante in questo senso“.

Quando Moroz dice “interessante” probabilmente intende “travolgente”. È talmente dedita al processo di miglioramento continuo che trova difficile allontanarsi dalla tavola senza provare un senso di colpa. “C’è sempre quella voce in fondo alla testa che ti dice che gli altri si stanno ancora allenando, e vedi i loro social media e quello che stanno facendo“. È allora che si insinua la sensazione di dover fare di più, anche se Moroz sa che di più non sempre significa meglio. “In queste situazioni, credo sia importante avere fiducia in se stessi e ricordare che si sta lavorando. Bisogna attenersi al proprio programma, ma è molto difficile perché si entra nel circolo vizioso di voler continuare ad allenarsi e gareggiare durante tutto l’anno. È davvero difficile programmare il tempo libero, il che porta al sovrallenamento, che porta all’esaurimento mentale e fisico, che porta al burnout“.

formula kite portsmouth

Si dice che sia più difficile rimanere in cima che arrivare in cima, e questa è una frase che certamente si adatta a Moroz. Quando la curva di apprendimento si appiattisce e ci si ritrova a lavorare sui piccoli dettagli, per ottenere quell’1% finale di prestazioni, le ricompense dell’allenamento non arrivano più in modo così rapido. Ecco perché le piace molto imparare a navigare su un International Moth. “Quando si inizia a praticare questo sport, che si tratti di kite o di altre classi veliche, all’inizio la curva di apprendimento è molto ripida. Io ho iniziato a navigare con i Moth all’inizio di quest’anno e mi sto divertendo un mondo. Mi sento così gratificato da ogni sessione, perché ogni sessione è così innovativa“.

formula kite portsmouth

Provare diverse attività e prendersi del tempo per sé è una parte vitale del processo, dice Moroz. “Onestamente, ho avuto alcune delle mie più grandi epifanie sul kite quando ho avuto del tempo libero e quando sono stato esposto a diversi ambienti. Di recente ho trascorso molto tempo a Miami e a Newport, Rhode Island, soprattutto perché il mio ragazzo è un professionista della vela. Così, ogni volta che ho del tempo libero, vado a trovarlo. Essere in quella cultura è davvero interessante, perché si finisce sempre per avere conversazioni interessanti con persone diverse. Anche se non hanno a che fare con il kite, penso che si possa imparare qualcosa da tutti“.

Testo in inglese: Andy Rice
Foto: © IKA media

Altre News


Share:

Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi