16 Luglio 2023

Share:

Lo spettacolo del Kitesurf Freestyle invade lo Stagnone di Marsala

di: Antonio Gaudini

Ha preso il via venerdì 14 luglio nell’ambito del Marsala KiteFest 2023 la tappa finale del Campionato Italiano Kitesurf Freestyle che ha visto confrontarsi oltre 30 atleti provenienti da tutta Italia. Chiuse 15 heat maschili con un Libeccio dai 15 ai 18 nodi. E domani fino al 16 si torna in acqua.

Le competizioni sono una delle tante anime dello sport. Probabilmente la più espressiva, la più avvincente e anche la più scenografica. Soprattutto quando si svolgono in uno scenario naturale incantevole e unico al mondo. E allora vedere gli atleti al massimo della loro performance diventa uno spettacolo nello spettacolo. Accade così nello Stagnone di Marsala, dove il Marsala KiteFest entra nel vivo con lo svolgimento delle prime prove della tappa finale Campionato Italiano Freestyle 2023.

Era tutto pronto venerdì 14 luglio per dare il via a quello che è un po’ il “cuore” di questo evento che anima l’estate marsalese. Il Marsala KiteFest, evento Patrocinato dal Comune di Marsala, dall’Assemblea Regionale Siciliana e dalla Regione Siciliana Assessorato Turismo, Sport, Spettacolo, in questa sua terza edizione è partito alla grande con una delle competizioni di kitesurf tra le più importanti del panorama italiano. Un suggestivo spettacolo di vele colorate che hanno riempito la laguna e regalato momenti di assoluto divertimento per appassionati e curiosi che assistevano a distanza ravvicinata alle evoluzioni degli atleti. Anche questo è un punto di forza straordinario di questo luogo della Sicilia Nord orientale.

In acqua 30 rider da tutta Italia

Ragazzi e ragazze sono arrivati allo Stagnone da tutta Italia in occasione di questa competizione che assegna il titolo nazionale 2023. Un totale di 30 atleti pronti a sfidarsi in acqua a colpi di triks e salti acrobatici. Tutti amici però felici dii ritrovarsi però, perché il kitesurf è così anche a livello agonistico: una grande famiglia che vive della propria passione e vuole condividere ogni momento con un’euforia tutta speciale e contagiosa.

Nell’area antistante la scuola Stagnone Kiteboarding, diventata un villaggio colorato di ali e bandiere, la giornata di gare è stata anticipata nelle prime ore della mattina dalle procedure di iscrizione. Dopodiché il Direttore Sportivo Antonio Gaudini e il team di giudici hanno chiamato al briefing pre-gara tutti i partecipanti per spiegare in dettaglio il campo boe, le regole di ciascuna heat e presentare il tabellone di competizioni. Il meteo ha regalato un vento di Libeccio variabile tra i 15 e i 18 nodi.

Kitesurf

Bene le prove di Dorotini, Pintus e Cirfeda

Quindi alle ore 12 sulla barca giuria è stata issata l’intelligenza, bandiera che annunciava l’imminente partenza della gara. In acqua sono entrati tutti gli atleti maschili di età compresa tra 14 e i 42 anni e si sono aperte le danze. A ripetizione e senza soluzione di continuità per sfruttare il vento si sono succedute un totale di 15 heat. A spiccare tra gli altri le prove di Matteo Dorotini, aspirante al titolo e sicuramente l’uomo da battere. Ma anche Alessio Pintus, molto cresciuto sia tecnicamente che fisicamente e poi ancora il giovane Katriel Cirfeda che è riuscito a interpretare al meglio i salti di vento. “In queste condizioni leggere ho cercato di dare comunque il massimo – racconta Matteo Dorotini sorridente al termine della gara – non è stato facile, ma sono contento del risultato”.

Kitesurf

Una star come Giudice di Gara: Gianmaria Coccoluto

Nella prima giornata le gare sono andate avanti fino alle ore 17,30, quando il Libeccio si è spento è definitivamente e i giudici hanno deciso di rimandare il tutto ai giorni successivi. Una curiosità: tra i giudici anche un nome speciale, quello di Giammaria Coccoluto, rider targato Duotone che ha vinto per ben 6 volte il titolo nazionale di campione Freestyle e che lo scorso febbraio in Quatar si è laureato Campione Mondiale della disciplina. Insomma un vero “boss” e vero punto di riferimento per questi ragazzi e ragazze.

“È stata una giornata molto intensa – ha detto Antonio Gaudini e la scelta di anticipare buona parte del tabellone per sfruttare il vento sostenuto alla fine ha premiato. Abbiamo al momento 4 primi posti e 5 secondi posti validi per il ranking nazionale Freestyle. Se anche il tabellone dovesse concludersi per mancanza di condizioni nei prossimi giorni possiamo comunque assegnati premi e titoli. Naturalmente incrociamo le dita e speriamo di disputare semifinali e finali maschili. Un ottimo preambolo anche per il Trofeo Europeo Kitesurf Eurocup 2023 che verrà disputato a seguire, dal 18 luglio e si concluderà il 22 luglio”.

Kitesurf

Nei prossimi giorni in gara anche le ragazze

Per la giornata di domani sabato 15 luglio sono previste le gare finali maschili e le gare femminili che vedono in acqua tra le altre Giulia Piccioni, campionessa italiana 2022. Ricordiamo inoltre che in località Birgi vecchi da domani sarà allestito l’Eco Village Inclusione con attività di sensibilizzazione ambientale, ludiche e sportive per bambini e ragazzi in collaborazione con il Rotaract club di Marsala e l’Associazione Ambientalista Marevivo. Sarà possibile inoltre partecipare a lezioni gratuite di kitesurf presso le scuole che aderiscono all’evento.

Insomma lo spettacolo del Kitesurf Freestyle è solo all’inizio e per oggi, dopo tanta adrenalina e divertimento, non resta che proseguire la serata tra le storiche saline policrome, i fenicotteri rosa, le isole secolari, le cantine di fama internazionale e i famosi tramonti infuocati che solo la Laguna dello Stagnone e la città di Marsala sanno regalare.

Guarda altre News

Campionato Italiano di Kitesurf: Conclusione esaltante a Lo…

La giornata di domenica 7 luglio ha segnato la conclusione trionfale della seconda tappa del Campionato Italiano di Big

Campionato italiano di kitesurf FREESTYLE e BIG AIR

Il Campionato Italiano di Kitesurf Freestyle e Big Air: Un Weekend di Emozioni e Acrobazie. L'evento è organizzato dal

HELP Scritto sulla Sabbia Salva un Kitesurfista Bloccato…

Un kitesurfista bloccato su una spiaggia remota della California è stato salvato domenica scorsa dopo aver scritto la p

FREESTYLE e BIGAIR: ecco i BANDI per le…

Di seguito è possibile leggere e scaricare i bandi per le prossime gare per il campionato di Freestyle e Bigair...

Lo spettacolo del Kitesurf Freestyle invade lo Stagnone di Marsala

di: Antonio Gaudini

Ha preso il via venerdì 14 luglio nell’ambito del Marsala KiteFest 2023 la tappa finale del Campionato Italiano Kitesurf Freestyle che ha visto confrontarsi oltre 30 atleti provenienti da tutta Italia. Chiuse 15 heat maschili con un Libeccio dai 15 ai 18 nodi. E domani fino al 16 si torna in acqua.

Le competizioni sono una delle tante anime dello sport. Probabilmente la più espressiva, la più avvincente e anche la più scenografica. Soprattutto quando si svolgono in uno scenario naturale incantevole e unico al mondo. E allora vedere gli atleti al massimo della loro performance diventa uno spettacolo nello spettacolo. Accade così nello Stagnone di Marsala, dove il Marsala KiteFest entra nel vivo con lo svolgimento delle prime prove della tappa finale Campionato Italiano Freestyle 2023.

Era tutto pronto venerdì 14 luglio per dare il via a quello che è un po’ il “cuore” di questo evento che anima l’estate marsalese. Il Marsala KiteFest, evento Patrocinato dal Comune di Marsala, dall’Assemblea Regionale Siciliana e dalla Regione Siciliana Assessorato Turismo, Sport, Spettacolo, in questa sua terza edizione è partito alla grande con una delle competizioni di kitesurf tra le più importanti del panorama italiano. Un suggestivo spettacolo di vele colorate che hanno riempito la laguna e regalato momenti di assoluto divertimento per appassionati e curiosi che assistevano a distanza ravvicinata alle evoluzioni degli atleti. Anche questo è un punto di forza straordinario di questo luogo della Sicilia Nord orientale.

In acqua 30 rider da tutta Italia

Ragazzi e ragazze sono arrivati allo Stagnone da tutta Italia in occasione di questa competizione che assegna il titolo nazionale 2023. Un totale di 30 atleti pronti a sfidarsi in acqua a colpi di triks e salti acrobatici. Tutti amici però felici dii ritrovarsi però, perché il kitesurf è così anche a livello agonistico: una grande famiglia che vive della propria passione e vuole condividere ogni momento con un’euforia tutta speciale e contagiosa.

Nell’area antistante la scuola Stagnone Kiteboarding, diventata un villaggio colorato di ali e bandiere, la giornata di gare è stata anticipata nelle prime ore della mattina dalle procedure di iscrizione. Dopodiché il Direttore Sportivo Antonio Gaudini e il team di giudici hanno chiamato al briefing pre-gara tutti i partecipanti per spiegare in dettaglio il campo boe, le regole di ciascuna heat e presentare il tabellone di competizioni. Il meteo ha regalato un vento di Libeccio variabile tra i 15 e i 18 nodi.

Kitesurf

Bene le prove di Dorotini, Pintus e Cirfeda

Quindi alle ore 12 sulla barca giuria è stata issata l’intelligenza, bandiera che annunciava l’imminente partenza della gara. In acqua sono entrati tutti gli atleti maschili di età compresa tra 14 e i 42 anni e si sono aperte le danze. A ripetizione e senza soluzione di continuità per sfruttare il vento si sono succedute un totale di 15 heat. A spiccare tra gli altri le prove di Matteo Dorotini, aspirante al titolo e sicuramente l’uomo da battere. Ma anche Alessio Pintus, molto cresciuto sia tecnicamente che fisicamente e poi ancora il giovane Katriel Cirfeda che è riuscito a interpretare al meglio i salti di vento. “In queste condizioni leggere ho cercato di dare comunque il massimo – racconta Matteo Dorotini sorridente al termine della gara – non è stato facile, ma sono contento del risultato”.

Kitesurf

Una star come Giudice di Gara: Gianmaria Coccoluto

Nella prima giornata le gare sono andate avanti fino alle ore 17,30, quando il Libeccio si è spento è definitivamente e i giudici hanno deciso di rimandare il tutto ai giorni successivi. Una curiosità: tra i giudici anche un nome speciale, quello di Giammaria Coccoluto, rider targato Duotone che ha vinto per ben 6 volte il titolo nazionale di campione Freestyle e che lo scorso febbraio in Quatar si è laureato Campione Mondiale della disciplina. Insomma un vero “boss” e vero punto di riferimento per questi ragazzi e ragazze.

“È stata una giornata molto intensa – ha detto Antonio Gaudini e la scelta di anticipare buona parte del tabellone per sfruttare il vento sostenuto alla fine ha premiato. Abbiamo al momento 4 primi posti e 5 secondi posti validi per il ranking nazionale Freestyle. Se anche il tabellone dovesse concludersi per mancanza di condizioni nei prossimi giorni possiamo comunque assegnati premi e titoli. Naturalmente incrociamo le dita e speriamo di disputare semifinali e finali maschili. Un ottimo preambolo anche per il Trofeo Europeo Kitesurf Eurocup 2023 che verrà disputato a seguire, dal 18 luglio e si concluderà il 22 luglio”.

Kitesurf

Nei prossimi giorni in gara anche le ragazze

Per la giornata di domani sabato 15 luglio sono previste le gare finali maschili e le gare femminili che vedono in acqua tra le altre Giulia Piccioni, campionessa italiana 2022. Ricordiamo inoltre che in località Birgi vecchi da domani sarà allestito l’Eco Village Inclusione con attività di sensibilizzazione ambientale, ludiche e sportive per bambini e ragazzi in collaborazione con il Rotaract club di Marsala e l’Associazione Ambientalista Marevivo. Sarà possibile inoltre partecipare a lezioni gratuite di kitesurf presso le scuole che aderiscono all’evento.

Insomma lo spettacolo del Kitesurf Freestyle è solo all’inizio e per oggi, dopo tanta adrenalina e divertimento, non resta che proseguire la serata tra le storiche saline policrome, i fenicotteri rosa, le isole secolari, le cantine di fama internazionale e i famosi tramonti infuocati che solo la Laguna dello Stagnone e la città di Marsala sanno regalare.

Altre News


Share:

Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi