3 Novembre 2023

Share:

Kitesurf e Detriti nel Lago d’Idro: Una Sfida per Ponte Caffaro

di: Editore

Nella pittoresca località di Ponte Caffaro, situata lungo la riva del lago d’Idro, il kitesurf è una pratica molto amata dagli appassionati di sport acquatici. Questa destinazione è rinomata per le sue condizioni ideali per il kitesurf, con il fiume Chiese che discende dalle vicine montagne del Trentino, offrendo venti perfetti e spazi aperti per gli amanti di questo emozionante sport. Tuttavia, di recente, la comunità di kitesurfers e i residenti si sono confrontati con una sfida inaspettata: un accumulo straordinario di detriti che sta causando problemi nella zona.

detriti ponte caffaro

L’impressionante quantità di detriti, composta principalmente da tronchi e ramaglie, è stata portata dalla corrente del fiume Chiese, accentuata dalle avverse condizioni meteo che hanno colpito la regione. Questo accumulo insolito ha creato una sorta di isolotto di detriti nel lago d’Idro, che ha occupato gran parte dello spazio solitamente utilizzato dai kitesurfers per le loro partenze ed evoluzioni. La situazione è così estesa da lambire le vicinanze del porticciolo, creando un panorama sorprendentemente surreale, con detriti che ricordano quasi una colonia di castori.

kitesurf ponte caffaro

Il sindaco di Ponte Caffaro, Gianzeno Marca, insieme al suo vice Eliseo Stagnoli, sta monitorando attentamente la situazione. Tuttavia, il sindaco riferisce che non c’è alcuna speranza che la corrente sposti questi detriti lontano dal lago. Al contrario, sembrano raccogliersi tutti in questa zona specifica, senza alcun rami o tronchi che si spostino verso l’altra sponda del lago, nonostante sia situata nel territorio trentino.

La preoccupazione principale è che questo problema sembra avere origine in territorio altrui, poiché il torrente Caffaro, che scarica i detriti nel lago, scorre anche attraverso il territorio trentino. Nonostante alcune briglie siano state installate per mitigare il flusso di detriti, la situazione rimane problematica. Il sindaco lamenta il fatto che, a causa dell’eccezionalità degli eventi, la soluzione richiederà una spesa notevole. L’ultimo intervento di bonifica, effettuato nel maggio del 2021, ha comportato la raccolta di 200 quintali di legname, con un costo di circa 20.000 euro. Questa volta, considerando il materiale come rifiuto speciale, il sindaco prevede che i costi potrebbero superare i 200.000 euro, rendendo la situazione ancora più critica.

kitesurf ponte caffaro

La comunità di kitesurfers e i residenti di Ponte Caffaro affrontano una sfida straordinaria, ma rimangono uniti nella speranza di preservare il loro amato luogo di pratica del kitesurf. La gestione dei detriti rimane un’urgenza e una questione di sicurezza ambientale che richiede soluzioni a lungo termine e un approccio collaborativo tra le diverse regioni coinvolte.

Guarda altre News

Campionato Italiano di Kitesurf: Conclusione esaltante a Lo…

La giornata di domenica 7 luglio ha segnato la conclusione trionfale della seconda tappa del Campionato Italiano di Big

Campionato italiano di kitesurf FREESTYLE e BIG AIR

Il Campionato Italiano di Kitesurf Freestyle e Big Air: Un Weekend di Emozioni e Acrobazie. L'evento è organizzato dal

HELP Scritto sulla Sabbia Salva un Kitesurfista Bloccato…

Un kitesurfista bloccato su una spiaggia remota della California è stato salvato domenica scorsa dopo aver scritto la p

FREESTYLE e BIGAIR: ecco i BANDI per le…

Di seguito è possibile leggere e scaricare i bandi per le prossime gare per il campionato di Freestyle e Bigair...

TMKiteClub e Xunta de Galicia Rinnovano l’Accordo di…

Il TMKiteClub, co-organizzatore dell'evento insieme al Comune di Redondela, e la Xunta de Galicia hanno confermato quest

SWL Oliva 2024: Ancor Sosa Domina le Onde…

Le spiagge di Oliva hanno vissuto un fine settimana all'insegna dell'adrenalina e dell'emozione con la celebrazione del

Omaggio a JJ: Un Giovane Campione del Kitesurf…

Con profondo dolore, la comunità del kitesurf saluta uno dei suoi talenti più brillanti, Jackson James Rice.

Kitesurf a Puerto Plata: Giovani Talenti Brillano nel…

Il DR Open Kiteboarding 2024 ha illuminato le spiagge di Puerto Plata, Repubblica Dominicana, con un successo strepitoso

VIDEO: Il miglior Maestrale in Neretva + Guida…

Immergetevi nelle meraviglie di Nerevta con l'ultima guida di Ben Beholz!

Kite Fest Guajira 2024: Competizioni, Esibizioni, Fiera Commerciale…

Il Kite Fest Guajira 2024 sta per iniziare e promette di essere una settimana piena di emozioni, novità e divertimento

Eleveight – Come installare i cuscinetti e le…

Seago è stato progettato per garantire un comfort superiore, con zero punti duri e una vestibilità ergonomica per assi

Kitesurf e Detriti nel Lago d’Idro: Una Sfida per Ponte Caffaro

di: Editore

Nella pittoresca località di Ponte Caffaro, situata lungo la riva del lago d’Idro, il kitesurf è una pratica molto amata dagli appassionati di sport acquatici. Questa destinazione è rinomata per le sue condizioni ideali per il kitesurf, con il fiume Chiese che discende dalle vicine montagne del Trentino, offrendo venti perfetti e spazi aperti per gli amanti di questo emozionante sport. Tuttavia, di recente, la comunità di kitesurfers e i residenti si sono confrontati con una sfida inaspettata: un accumulo straordinario di detriti che sta causando problemi nella zona.

detriti ponte caffaro

L’impressionante quantità di detriti, composta principalmente da tronchi e ramaglie, è stata portata dalla corrente del fiume Chiese, accentuata dalle avverse condizioni meteo che hanno colpito la regione. Questo accumulo insolito ha creato una sorta di isolotto di detriti nel lago d’Idro, che ha occupato gran parte dello spazio solitamente utilizzato dai kitesurfers per le loro partenze ed evoluzioni. La situazione è così estesa da lambire le vicinanze del porticciolo, creando un panorama sorprendentemente surreale, con detriti che ricordano quasi una colonia di castori.

kitesurf ponte caffaro

Il sindaco di Ponte Caffaro, Gianzeno Marca, insieme al suo vice Eliseo Stagnoli, sta monitorando attentamente la situazione. Tuttavia, il sindaco riferisce che non c’è alcuna speranza che la corrente sposti questi detriti lontano dal lago. Al contrario, sembrano raccogliersi tutti in questa zona specifica, senza alcun rami o tronchi che si spostino verso l’altra sponda del lago, nonostante sia situata nel territorio trentino.

La preoccupazione principale è che questo problema sembra avere origine in territorio altrui, poiché il torrente Caffaro, che scarica i detriti nel lago, scorre anche attraverso il territorio trentino. Nonostante alcune briglie siano state installate per mitigare il flusso di detriti, la situazione rimane problematica. Il sindaco lamenta il fatto che, a causa dell’eccezionalità degli eventi, la soluzione richiederà una spesa notevole. L’ultimo intervento di bonifica, effettuato nel maggio del 2021, ha comportato la raccolta di 200 quintali di legname, con un costo di circa 20.000 euro. Questa volta, considerando il materiale come rifiuto speciale, il sindaco prevede che i costi potrebbero superare i 200.000 euro, rendendo la situazione ancora più critica.

kitesurf ponte caffaro

La comunità di kitesurfers e i residenti di Ponte Caffaro affrontano una sfida straordinaria, ma rimangono uniti nella speranza di preservare il loro amato luogo di pratica del kitesurf. La gestione dei detriti rimane un’urgenza e una questione di sicurezza ambientale che richiede soluzioni a lungo termine e un approccio collaborativo tra le diverse regioni coinvolte.

Altre News


Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi