8 Settembre 2010

Share:

Manifestazione di kitesurf Rio Vivo

di: Redazione Kitesurfing

TERMOLI. Il Termoli Extreme Park 2010 va in archivio con un buon successo di pubblico, una cornice organizzativa di discreto impatto e una formula che ha destato comunque buon interesse.

Nonostante il primo fine settimana di settembre sia stata una scelta piuttosto rischiosa, visto l’andamento climatico, che solo per quel pizzico di meritata buona sorte non ha fatto sì che il meteo rovinasse tutto, e non potendo contare sul tradizionale pienone di presenze, che tutte le manifestazioni vantano tra luglio  e agosto, specie nei weekend, la manifestazione che ha voluto portare all’attenzione delle giovani generazioni termolesi, molisane e anche delle regioni limitrofe, visto il parterre dei partecipanti,  ha registrato sicuramente un saldo positivo.

Ogni debutto è sempre difficile, ma quando si coniugano a passione ed entusiasmo anche la capacità di sfidare i propri limiti e quelli aerobici, il risultato e lo spettacolo sono garantiti.

Il villaggio allestito sul lungomare sud di Rio Vivo, il tratto di spiaggia libera che costeggia il circolo della Vela, ha calamitato tantissimi ragazzi e ragazze, attratti dal fascino di discipline a volte sconosciute e comunque che fondono l’avventurismo con la componente agonistica.

Freestyle in motocross, con le evoluzioni incredibili del rider Ciccio White, che vista l’agilità non sappiamo perché abbia scelto questo nomignolo, bmx, la pista da skate ultrabattuta, wakeboard e kite surf, oltre al tradizionale surf e il ritmo della street dance hanno regalato attimi di viva emozione.

Un plauso a chi ha avuto questa idea, che ha ripreso il filone in espansione nel globo, con manifestazioni, sia invernali che estive, che stanno andando per la maggiore in Europa, di recente il festival di Nizza, e negli Stati Uniti, con l’egida dell’emittente sportiva per eccellenza Espn.

All’evento hanno contribuito in maniera fondamentale dell’Associazione Culturale Moliseventi Massimo De Leo, il Presidente dell’Associazione Culturale “Arcobaleno 2005” Fortunato Fumarola,il Vice Presidente dell’ dell’Associazione Culturale “Arcobaleno 2005” Giuseppe Berardi, il Presidente del Wakeboard Club Termoli Basso Martella e i coordinatori dell’area street Jhonny Gioia e Antonio Marzola.

Sport estremi? Sì, dal fascino estremo….emanuelebracone@termolionline.it

Clicca su more info for SOURCE

Guarda altre News

Full Power 2024: Il Grande Evento del Kitesurf…

L'emozione è nell'aria mentre ci prepariamo per il Full Power 2024, il prossimo grande evento del kitesurf che si terr

Big Air: giovani leve sempre più giovani

Il Lords of Tram GKA Big Air Kite World Cup è pronto a iniziare con il line-up più giovane di sempre, riflesso dell'es

Tom Court: Un’Epica Avventura di Kitesurf Britannica

In questa avvincente video, immergetevi nell'entusiasmante mondo del kitesurf con Tom Court in "Hike and Kite' Back Coun

Oswald Smith: Il Nuovo Prodigio del Kitesurf con…

È ufficiale! North Kiteboarding presenta l'ultimo arrivo nella sua squadra internazionale: Oswald Smith, meglio conosci

Brasile: Intensa Passione per il Foil Trip

Quando si parla del Brasile, la parola "passione" assume tutto il suo significato. Ed è proprio questa passione che ha

British Kitesurfing Association dice la sua sulle olimpiadi

La British Kitesurfing Association (BKSA) ha lavorato a stretto contatto con la Royal Yachting Association (RYA), gli or

La Kite Park League e la sua Missione

Il 2024 si apre con uno spettacolo mozzafiato nel mondo del kitesurf, grazie alla Kite Park League (KPL) che ha dato il

Trionfale Ritorno di Liam Whaley sulle Onde

Dopo una lunga assenza dovuta a un infortunio, Liam Whaley è finalmente tornato al kitesurf, regalando ai suoi fan un m

Nolot & Maeder trionfano agli Europei in crescendo…

Dopo una settimana di intense competizioni, Max Maeder e Lauriane Nolot hanno rispettivamente conquistato i titoli europ

Aperte le iscrizioni per la KPL in Sicilia

Lo sguardo è ora rivolto alla seconda tappa del tour, porterà la Kite Park League nelle acque salate de Lo Stagnone, i

Manifestazione di kitesurf Rio Vivo

di: Redazione Kitesurfing

TERMOLI. Il Termoli Extreme Park 2010 va in archivio con un buon successo di pubblico, una cornice organizzativa di discreto impatto e una formula che ha destato comunque buon interesse.

Nonostante il primo fine settimana di settembre sia stata una scelta piuttosto rischiosa, visto l’andamento climatico, che solo per quel pizzico di meritata buona sorte non ha fatto sì che il meteo rovinasse tutto, e non potendo contare sul tradizionale pienone di presenze, che tutte le manifestazioni vantano tra luglio  e agosto, specie nei weekend, la manifestazione che ha voluto portare all’attenzione delle giovani generazioni termolesi, molisane e anche delle regioni limitrofe, visto il parterre dei partecipanti,  ha registrato sicuramente un saldo positivo.

Ogni debutto è sempre difficile, ma quando si coniugano a passione ed entusiasmo anche la capacità di sfidare i propri limiti e quelli aerobici, il risultato e lo spettacolo sono garantiti.

Il villaggio allestito sul lungomare sud di Rio Vivo, il tratto di spiaggia libera che costeggia il circolo della Vela, ha calamitato tantissimi ragazzi e ragazze, attratti dal fascino di discipline a volte sconosciute e comunque che fondono l’avventurismo con la componente agonistica.

Freestyle in motocross, con le evoluzioni incredibili del rider Ciccio White, che vista l’agilità non sappiamo perché abbia scelto questo nomignolo, bmx, la pista da skate ultrabattuta, wakeboard e kite surf, oltre al tradizionale surf e il ritmo della street dance hanno regalato attimi di viva emozione.

Un plauso a chi ha avuto questa idea, che ha ripreso il filone in espansione nel globo, con manifestazioni, sia invernali che estive, che stanno andando per la maggiore in Europa, di recente il festival di Nizza, e negli Stati Uniti, con l’egida dell’emittente sportiva per eccellenza Espn.

All’evento hanno contribuito in maniera fondamentale dell’Associazione Culturale Moliseventi Massimo De Leo, il Presidente dell’Associazione Culturale “Arcobaleno 2005” Fortunato Fumarola,il Vice Presidente dell’ dell’Associazione Culturale “Arcobaleno 2005” Giuseppe Berardi, il Presidente del Wakeboard Club Termoli Basso Martella e i coordinatori dell’area street Jhonny Gioia e Antonio Marzola.

Sport estremi? Sì, dal fascino estremo….emanuelebracone@termolionline.it

Clicca su more info for SOURCE

Altre News


 Tags: 

Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi