29 Aprile 2009

Share:

27 aprile 2009 che bomba!

di: Redazione Kitesurfing

Ciao a tutti.
Ho letto con interesse il sintetico report di Antonio sulla high wind session del 27.04 qui a Latina beach.
Trattandosi di un evento davvero raro desideravo aggiungere in proposito la mia esperienza.
Innanzi tutto chiarisco che sono uscito in windsurf ma per motivi che scoprirete più avanti ho condiviso le mie emozioni proprio con Antonio con il quale ho surfato da solo per oltre un’?ora e mezza.
Ed ecco il racconto.
Dal giorno prima seguivo con interesse i forecast che un po? tutti i siti meteo più prestigiosi avevano elaborato. Vento forte sul Tirreno centrale da scirocco/levante in rotazione nel pomeriggio a libeccio, questo era il dato essenziale.
E così la sera precedente carico nella automobile la windsurfing wave board più piccola, alcune vele e tutto le kitesurfing surfboard.
Il mattino del 28 non appariva molto promettente ma verso le ore 10,00 ecco che la situazione cambia radicalmente. 10, 20, 25 nodi sud sud/est, i due anemometri attivi a Foce Verde si animano all’?improvviso. E così quando, verso le 13,00, lascio il mio luogo di lavoro faccio un ultimo check e?.cavolo le raffiche superano i 30 nodi.
Mentre raggiungo in automobile la costa un grosso ramo di eucalyptus mi passa davanti al parabrezza come sospeso in aria ma senza colpirmi. Una volta a Foce Verde lo spettacolo è davvero unico. Nonostante la sabbia sia umida a causa della pioggia nei punti di accesso alla spiaggia pare di trovarsi in una galleria del vento. E? perfino difficile rimanere in piedi. E le onde? Beh, speravo fossero più alte, il vento è così forte che le schiaccia come sfoglie di pasta.
Nei set più grandi comunque mi pare che siamo sui 2,5 metri. Ora si tratta di decidere cosa fare. In lontananza vedo un windsurfista al banana beach che parte a palla di cannone, pochi metri e va in catapulta.
Nel frattempo un mio amico misura il vento a riva ed il responso è davvero eclatante: 42 nodi. La direzione pare tra levante e scirocco e quindi, sicuramente al largo l?intensità è superiore. Riuscirei a tenere il Cabrinha Revolver 9 HD? Solo per navigare forse sì ma poi in surfata avrei troppa trazione. Opto così per il windsurf: Starboard Evo 74 Litri e vela wave Naish Session 4,2.
Il vento è così forte che a fatica riesco a portare le attrezzature in acqua. Il primo bordo è qualcosa di pazzesco. Parto a palla di cannone verso la prima secca e per quanto cerchi di ridurre la velocità navigando stretto di bolina il controllo è sempre relativo. Quando affronto un?’onda saltandola una raffica pazzesca mi gira letteralmente la tavola, perdo il controllo delle attrezzature e quasi mi ritrovo a girare una air flaka con la differenza che è tutto casuale. Inutile dire che l?atterraggio, se tale si può definire, è talmente disastroso da sentirlo tutto nelle caviglie. Poi, piano piano inzio a prendere le misure soprattutto nella gestione delle raffiche più violente, fuori secondo la mia esperienza il vento raggiunge punte sui 47/50 nodi!

Guarda altre News

Tom Court: Un’Epica Avventura di Kitesurf Britannica

In questa avvincente video, immergetevi nell'entusiasmante mondo del kitesurf con Tom Court in "Hike and Kite' Back Coun

Oswald Smith: Il Nuovo Prodigio del Kitesurf con…

È ufficiale! North Kiteboarding presenta l'ultimo arrivo nella sua squadra internazionale: Oswald Smith, meglio conosci

Brasile: Intensa Passione per il Foil Trip

Quando si parla del Brasile, la parola "passione" assume tutto il suo significato. Ed è proprio questa passione che ha

British Kitesurfing Association dice la sua sulle olimpiadi

La British Kitesurfing Association (BKSA) ha lavorato a stretto contatto con la Royal Yachting Association (RYA), gli or

La Kite Park League e la sua Missione

Il 2024 si apre con uno spettacolo mozzafiato nel mondo del kitesurf, grazie alla Kite Park League (KPL) che ha dato il

Trionfale Ritorno di Liam Whaley sulle Onde

Dopo una lunga assenza dovuta a un infortunio, Liam Whaley è finalmente tornato al kitesurf, regalando ai suoi fan un m

Nolot & Maeder trionfano agli Europei in crescendo…

Dopo una settimana di intense competizioni, Max Maeder e Lauriane Nolot hanno rispettivamente conquistato i titoli europ

Aperte le iscrizioni per la KPL in Sicilia

Lo sguardo è ora rivolto alla seconda tappa del tour, porterà la Kite Park League nelle acque salate de Lo Stagnone, i

Entusiasmante Prima Tappa del Campionato Italiano di Kite…

Gli amanti del kitesurf si sono ritrovati a Ostia per la prima tappa del Campionato Italiano di Kite Wave 2024, un event

GKA: Premi per onorare i grandi del kitesurf…

Il più grande evento nel kitesurf per riconoscere i traguardi nel mondo dello sport, i Premi Qatar Airways GKA, si appr

27 aprile 2009 che bomba!

di: Redazione Kitesurfing

Ciao a tutti.
Ho letto con interesse il sintetico report di Antonio sulla high wind session del 27.04 qui a Latina beach.
Trattandosi di un evento davvero raro desideravo aggiungere in proposito la mia esperienza.
Innanzi tutto chiarisco che sono uscito in windsurf ma per motivi che scoprirete più avanti ho condiviso le mie emozioni proprio con Antonio con il quale ho surfato da solo per oltre un’?ora e mezza.
Ed ecco il racconto.
Dal giorno prima seguivo con interesse i forecast che un po? tutti i siti meteo più prestigiosi avevano elaborato. Vento forte sul Tirreno centrale da scirocco/levante in rotazione nel pomeriggio a libeccio, questo era il dato essenziale.
E così la sera precedente carico nella automobile la windsurfing wave board più piccola, alcune vele e tutto le kitesurfing surfboard.
Il mattino del 28 non appariva molto promettente ma verso le ore 10,00 ecco che la situazione cambia radicalmente. 10, 20, 25 nodi sud sud/est, i due anemometri attivi a Foce Verde si animano all’?improvviso. E così quando, verso le 13,00, lascio il mio luogo di lavoro faccio un ultimo check e?.cavolo le raffiche superano i 30 nodi.
Mentre raggiungo in automobile la costa un grosso ramo di eucalyptus mi passa davanti al parabrezza come sospeso in aria ma senza colpirmi. Una volta a Foce Verde lo spettacolo è davvero unico. Nonostante la sabbia sia umida a causa della pioggia nei punti di accesso alla spiaggia pare di trovarsi in una galleria del vento. E? perfino difficile rimanere in piedi. E le onde? Beh, speravo fossero più alte, il vento è così forte che le schiaccia come sfoglie di pasta.
Nei set più grandi comunque mi pare che siamo sui 2,5 metri. Ora si tratta di decidere cosa fare. In lontananza vedo un windsurfista al banana beach che parte a palla di cannone, pochi metri e va in catapulta.
Nel frattempo un mio amico misura il vento a riva ed il responso è davvero eclatante: 42 nodi. La direzione pare tra levante e scirocco e quindi, sicuramente al largo l?intensità è superiore. Riuscirei a tenere il Cabrinha Revolver 9 HD? Solo per navigare forse sì ma poi in surfata avrei troppa trazione. Opto così per il windsurf: Starboard Evo 74 Litri e vela wave Naish Session 4,2.
Il vento è così forte che a fatica riesco a portare le attrezzature in acqua. Il primo bordo è qualcosa di pazzesco. Parto a palla di cannone verso la prima secca e per quanto cerchi di ridurre la velocità navigando stretto di bolina il controllo è sempre relativo. Quando affronto un?’onda saltandola una raffica pazzesca mi gira letteralmente la tavola, perdo il controllo delle attrezzature e quasi mi ritrovo a girare una air flaka con la differenza che è tutto casuale. Inutile dire che l?atterraggio, se tale si può definire, è talmente disastroso da sentirlo tutto nelle caviglie. Poi, piano piano inzio a prendere le misure soprattutto nella gestione delle raffiche più violente, fuori secondo la mia esperienza il vento raggiunge punte sui 47/50 nodi!

Altre News


 Tags: 

Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi