12 Marzo 2011

Share:

Intervista a Marco Baiocchi

di: Redazione Kitesurfing

Team Manager North Kites ION Italia

Lo scorso febbraio, Tabularasateam a pubblicato la nuova veste grafica del sito, inoltre ha effettuato un’interessante intervista al Team Manager North Kites e ION Italia, che vi invitiamo a leggere per scoprire tutti i segreti 2011 della brand North Kites.

Autore:Valentina Tabularasateam

-Ciao Marco, intanto raccontaci brevemente qualcosa di te… per chi già non ti conoscesse! In particolare quando ti sei avvicinato al kitesurf?

Ciao a voi,

cosa dire, mi sono affacciato al mondo del surf a 14 anni in una normalissima estate riminese. Ho provato a salire su un windsurf e da li è partito l’amore verso il mare e il surf in particolare. Dopo tanti anni passati sul windsurf nel 2000 l’entrata di NKB sul mercato ha segnato la svolta della mia carriera e vita. Sono entrato nel team NKB intl., ho ottenuto ottimi risultati e dopo qualche anno sono stato coinvolto nel team Ricerca e Sviluppo. Parallelamente svolgevo già l’attività di agente per il distributore italiano. Un paio di anni fà la decisione da parte di NKB di distribuire direttamente in Italia i loro prodotti con la supervisione mia in qualità di responsabile Italia.

– In tutti questi anni di pratica e di lavoro nel settore hai potuto osservare da vicino le evoluzioni di questo sport. Quali sono state secondo te le fasi salienti?

Direi che la prima rivoluzione è stata l’introduzione dei kite gonfiabili che hanno reso possibile l’utilizzo in mare. Il secondo step è stato l’introduzione dei kite a 4 cavi con la possibilità di cambiare l’angolo d’attacco in andatura, a seguire l’introduzione del 5 cavo ha segnato uno step importante nella direzione sicurezza e prestazioni. Negli ultimi anni l’introduzione del Delta shape ha reso il Nostro sport fruibile da un pubblico più vasto semplificando di molto la gestione dell’aquilone. In generale l’attrezzatura si è evoluta nella direzione della performance ottenibile con facilità, lo scopo finale è far divertire più kiters possibile nelle condizioni più disparate. Anche nel settore degli accessori e delle tavole c’è stato un’enorme evoluzione, sia a livello di materiali che di shape. Penso ad esempio ai surfini che hanno reso possibile a noi kiter di guadagnarci uno spazione su tutte le line up del pianeta. Il Race è in pieno sviluppo e sono sicuro che nei prossimi anni potrà evolversi ancora e magari coronare il sogno di una partecipazione olimpica del nostro amato sport.

Guarda altre News

Tom Court: Un’Epica Avventura di Kitesurf Britannica

In questa avvincente video, immergetevi nell'entusiasmante mondo del kitesurf con Tom Court in "Hike and Kite' Back Coun

Oswald Smith: Il Nuovo Prodigio del Kitesurf con…

È ufficiale! North Kiteboarding presenta l'ultimo arrivo nella sua squadra internazionale: Oswald Smith, meglio conosci

Brasile: Intensa Passione per il Foil Trip

Quando si parla del Brasile, la parola "passione" assume tutto il suo significato. Ed è proprio questa passione che ha

British Kitesurfing Association dice la sua sulle olimpiadi

La British Kitesurfing Association (BKSA) ha lavorato a stretto contatto con la Royal Yachting Association (RYA), gli or

La Kite Park League e la sua Missione

Il 2024 si apre con uno spettacolo mozzafiato nel mondo del kitesurf, grazie alla Kite Park League (KPL) che ha dato il

Trionfale Ritorno di Liam Whaley sulle Onde

Dopo una lunga assenza dovuta a un infortunio, Liam Whaley è finalmente tornato al kitesurf, regalando ai suoi fan un m

Nolot & Maeder trionfano agli Europei in crescendo…

Dopo una settimana di intense competizioni, Max Maeder e Lauriane Nolot hanno rispettivamente conquistato i titoli europ

Aperte le iscrizioni per la KPL in Sicilia

Lo sguardo è ora rivolto alla seconda tappa del tour, porterà la Kite Park League nelle acque salate de Lo Stagnone, i

Entusiasmante Prima Tappa del Campionato Italiano di Kite…

Gli amanti del kitesurf si sono ritrovati a Ostia per la prima tappa del Campionato Italiano di Kite Wave 2024, un event

GKA: Premi per onorare i grandi del kitesurf…

Il più grande evento nel kitesurf per riconoscere i traguardi nel mondo dello sport, i Premi Qatar Airways GKA, si appr

Intervista a Marco Baiocchi

di: Redazione Kitesurfing

Team Manager North Kites ION Italia

Lo scorso febbraio, Tabularasateam a pubblicato la nuova veste grafica del sito, inoltre ha effettuato un’interessante intervista al Team Manager North Kites e ION Italia, che vi invitiamo a leggere per scoprire tutti i segreti 2011 della brand North Kites.

Autore:Valentina Tabularasateam

-Ciao Marco, intanto raccontaci brevemente qualcosa di te… per chi già non ti conoscesse! In particolare quando ti sei avvicinato al kitesurf?

Ciao a voi,

cosa dire, mi sono affacciato al mondo del surf a 14 anni in una normalissima estate riminese. Ho provato a salire su un windsurf e da li è partito l’amore verso il mare e il surf in particolare. Dopo tanti anni passati sul windsurf nel 2000 l’entrata di NKB sul mercato ha segnato la svolta della mia carriera e vita. Sono entrato nel team NKB intl., ho ottenuto ottimi risultati e dopo qualche anno sono stato coinvolto nel team Ricerca e Sviluppo. Parallelamente svolgevo già l’attività di agente per il distributore italiano. Un paio di anni fà la decisione da parte di NKB di distribuire direttamente in Italia i loro prodotti con la supervisione mia in qualità di responsabile Italia.

– In tutti questi anni di pratica e di lavoro nel settore hai potuto osservare da vicino le evoluzioni di questo sport. Quali sono state secondo te le fasi salienti?

Direi che la prima rivoluzione è stata l’introduzione dei kite gonfiabili che hanno reso possibile l’utilizzo in mare. Il secondo step è stato l’introduzione dei kite a 4 cavi con la possibilità di cambiare l’angolo d’attacco in andatura, a seguire l’introduzione del 5 cavo ha segnato uno step importante nella direzione sicurezza e prestazioni. Negli ultimi anni l’introduzione del Delta shape ha reso il Nostro sport fruibile da un pubblico più vasto semplificando di molto la gestione dell’aquilone. In generale l’attrezzatura si è evoluta nella direzione della performance ottenibile con facilità, lo scopo finale è far divertire più kiters possibile nelle condizioni più disparate. Anche nel settore degli accessori e delle tavole c’è stato un’enorme evoluzione, sia a livello di materiali che di shape. Penso ad esempio ai surfini che hanno reso possibile a noi kiter di guadagnarci uno spazione su tutte le line up del pianeta. Il Race è in pieno sviluppo e sono sicuro che nei prossimi anni potrà evolversi ancora e magari coronare il sogno di una partecipazione olimpica del nostro amato sport.

Altre News


Share:

Ti potrebbe interessare anche


Stai cercando un KiteCamp?



E' Successo Oggi