Gka world tour: Airton Cozzolino è il campione del mondo

AIRTON COZZOLINO WORLD CHAMPION

 

Giornata entusiasmante e ricca di colpi di scena. Difficile da descrivere perché un evento conclusosi così, ha emozionato il mondo intero e le emozioni si sa, sono difficili da raccontare. Il round finale ha visto scendere in campo due ossi duri, l’orgoglio nazionale Airton Cozzolino e il suo da sempre avversario e amico fraterno Matchu Lopes

 

 

 

 

La prima heat di oggi si è conclusa con un tabellone dai punteggi alti: il livello dei concorrenti in questo tour è senza precedenti

Paulino Perreira e Keahi de Aboitiz si sono contesi, in uno scontro all’ultimo fiato, la medaglia di bronzo. Già da subito, l’australiano Keahi nella sfida con il rider locale Willow, ha dovuto mettere in campo tutta la sua esperienza per passare il turno.

Willow è piaciuto davvero molto: un ragazzo di 18 anni che debutta in una competizione non facile e per veri manuali del wave, ci fa pensare che da lui ne vedremo delle belle ed è chiaro che sarà un rider da tenere sott’occhio. Le sue prestazioni hanno lasciato a bocca aperta i nostri giudici e questo, gli è valso il titolo di Best Rookie

 

 

Best Rookie, un titolo meritato per il giovane talento Willow

 

 

Ottima prestazione dal nostro connazionale e non da meno orgoglio Sandro Pisu: le doti del nostro rider sono considerevoli e averlo come avversario, lascia certamente del filo da torcere. Sfortunato in questa tappa, viene sconfitto da Matchu.

Vedere Matchu in azione oggi, non ha lasciato alcun dubbio nell’immaginarlo in finale con Airton. Ma cogliamo l’occasione per rivolgere ancora una volta a Sandro, i nostri complimenti per aver portato il nostro tricolore a cavallo delle onde e con quell’onore giusto, da far sudare ogni suo avversario, a dimostrazione che il kitesurf italiano è una realtà consolidata e di livello singolare

 

 

Matchu si concentra prima della finale

 

 

Energia, abnegazione, umiltà

 

 

Sebastian Ribeiro e Paulino Pereira hanno dato il meglio di sé, aggiungendo la ciliegina sulla torta con i loro stili molto simili, potenti in poppa e grintosi sulle onde.

Sebastian però in questo caso è stato superiore e i giudici non hanno avuto dubbi ed è lui a volare in semifinale. Airton e Kevin Langeree si sono contesi i quarti di finale e le performances dimostrate da Airton già in questa occasione, lo avrebbero messo sul podio più alto: potente, pulito, un vero maestro delle onde e padrone dei venti. Congratulazioni a Kevin che ha dimostrato in questa heat, tutta la sua motivazione e bravura tale da mettere in serie difficoltà il nostro campione

 

 

Kevin Langeree schiaccia l’acceleratore e si prepara a saltare

 

 

Sebastian carica potenza sulle onde

 

 

Interessante la competizione femminile, tenutasi durante la pausa. In questa sessione, sono scese in campo Jalou Langeree che vola sul gradino più alto, dopo aver battuto Johanna Catherina e Milla Ferreira, ragazze da doti non comuni e bravura all’inverosimile. Ma Moona Whyte non rimane di certo a guardare: uno stile potente ma una classe non comune, ma qui non si tratta di una sfilata di moda ma di una rider che in questo caso, ha preferito una tavola strapless ad una scarpa col tacco e la sua passerella è fatta di onde, quelle onde che la fanno volare sul podio più alto, incoronandola campionessa di questo tour

 

 

Jalou Langeree, una vera forza della natura

 

 

Moona Whyte alza il calice dei campioni

 

 

Come spesso accade nel mondo dello sport, assistere ad un evento sportivo da dietro uno schermo anziché dal vivo, ci fa apprezzare atleti o particolari limitati spesso, alle inquadrature o all’emozioni forniteci da una video camera. Spesso è difficile descrivere una competizione e trasmetterne le emozioni. Non esistono riders di serie A o di serie B e se ognuno potesse avere la fortuna di assistere dal vivo ad una competizione di tale proporzione, se ne renderebbe facilmente conto. Le qualità di Airton sono risapute, ma vi assicuriamo che le performances di Sebastian non sono state inferiori e con l’occasione, porgiamo le nostre più vive congratulazioni a Sebastian. L’atleta, che in passato ha già battuto grandi nomi, incontra Keahi. L’australiano non lascia scampo a Sebastian, le pinne della sua tavola graffiano le onde, quelle migliori, quelle mai prese per caso, quelle selezionate da un chiaro veterano e i sui salti confermano la legittimità del bronzo

 

 

Sebastian Ribeiro, preciso nel backhand

 

 

Paulino affronta nei quarti di finale Sebastian

 

 

 

Nell’attesissima finale, i due Re del mare, Airton e Matchu, hanno lasciato in silenzio tutti gli spettatori durante la loro sfida: seguire con lo sguardo uno o l’altro e ammirarli a bordo delle loro tavole è come assistere a due spettacoli in uno ed avere l’imbarazzo della scelta.

Poca sorpresa in spiaggia nel vedere i punteggi sul tabellone. Ma la spiaggia gremiva di turisti, di appassionati, di curiosi; c’era di tutto un po’ e gli applausi sentiti, sottolineano il fascino nel guardare un aquilone quando all’altro capo del filo, c’è un uomo con i piedi infilati in una tavola. È Airton il Campione del Mondo. Capoverdiano di nascita e Italiano per adozione, Airton è un rider sublime, performances da film fantascientifico ma tutto reale e in carne ed ossa. In lacrime ma con il suo sorriso inconfondibile di gioia, ha detto di essersi sentito scoraggiato in molte occasioni perché erano 6 anni che rincorreva il titolo mondiale e per lui quest’anno, vincere è stato davvero difficile. I suoi avversari, sono stati tutti bravi e il livello mondiale del kitesurf è fuori dal comune

 

Molto soddisfatto anche Matchu del risultato ottenuto, felice anch’egli perché i riders che partecipano al GKA sono davvero di altissimo livello entusiasta, per il risultato del suo amico fraterno Airton. In una breve intervista, afferma “adesso anche lui ha un titolo mondiale proprio come me”

 

 

 Un podio mondiale e senza precedenti

 

Dalle Mauritius è tutto, arrivederci a presto: noi ci godiamo ancora un po’ di sole e di vento perché di mare, non ci si sazia mai

 

 

 kitesurfing.it stay tuned

 

CLASSIFICA FINALE MASCHILE 2017

1 - Airton Cozzolino

2 - Matchu Lopes

3 - Keahi de Aboitiz

4 - Paulino Pereira

5 - Mitu Monteiro

6 - Sandro Pisu

7 - Camille Delannoy

8 - Ralph Boelen

9 - Jan Marcos Riveras

10 - Ismail Adarzane

 

Articolo redatto da Marco SPOSI

marcosposikitesurfing.it


Proponi un articolo

Ultime News

Kitecamp Capoverde 2018

Kitecamp Capoverde 2018

Si riparte con il primo kitecamp dell'anno firmato Kitesurfing.it Travel che in collaborazione con l'Associazione Kitesurf Italiana organizza anche per il 2018 uno splendido Kitecamp nell'isola di Sal, spot di fama mondiale con condizioni di vento costante, acqua piatta e onde da sogno.

Gka world tour: Airton Cozzolino è il campione del mondo

Gka world tour: Airton Cozzolino è il campione del mondo

Giornata entusiasmante e ricca di colpi di scena. Difficile da descrivere perché un evento conclusosi così, ha emozionato il mondo intero e le emozioni si sa, sono difficili da raccontare. Il round finale ha visto scendere in campo due ossi duri, l’orgoglio nazionale Airton Cozzolino e il suo da sempre avversario e amico fraterno Matchu Lopes

Gka world tour 2017: Mauritius final round

Gka world tour 2017: Mauritius final round

Inizio entusiasmante a Le Morne: lo spettacolo naturale qui è di casa e le previsioni sono sempre eccellenti. È impossibile iniziare una giornata senza l’eccitazione giusta ed è bastato scostare la tenda dalla finestra e notare che il vento era lì ad aspettare i nostri campioni: onda giusta, il cielo azzurro e acqua turchese. Insomma, tutto troppo perfetto

Gka world tour in Dakhla: notizie dal Sahara

Gka world tour in Dakhla: notizie dal Sahara

Un venerdì di luglio qualunque, tanto caldo e tanto sole e invece a Dakhla, ai piedi dell’Atlantide e tra le colonne d’Ercole non va proprio così. Il vento soffia forte e per l’occasione, sembra voler dare il meglio di se, garantendo il giusto carburante per accendere una finale strepitosa, uno spettacolo, quello dei nostri cavalieri del mare in azione

Arrivederci Simone, amico di mare.

Arrivederci Simone, amico di mare.

Simone Panfili un amico di mare, un istruttore, un atleta, una persona che ha dedicato la sua vita al kitesurf, stroncato da un malore a soli 39.

Kitecamp Dakhla 2018

Kitecamp Dakhla 2018

Parte la nuove edizione di uno dei kitecamp più caratteristici dell'anno, immersi nel deserto dove il vento soffia dalla mattina fino al tramonto. Dakhla Kitecamp 2018