Una nuova scuola kite apre allo Stagnone

Un punto di riferimento per i kiter dello Stagno

Il nuovo centro sportivo dedicato a tutti gli appassionati rider si chiama Stagnone Kitesurf, sorge in Contrada Birgi Clemente ed è gestito da Michele Rallo e Carmelo Alessi. Tra i servizi offerti ai soci oltre a corsi base, intermedi e avanzati, la scuola propone anche itinerari enogastronomici, gite in barca e formule corso+alloggio.

Uno spot italiano che negli ultimi anni si è imposto come location ideale per la pratica del kite è lo Stagnone di Marsala, in Sicilia. Poco a Nord della città infatti il mare forma una sorta di laguna chiusa a Est dalla costa siciliana e a ovest dall'Isola Longa. La conformazione riparata dello Stagnone che determina la completa assenza di onde, i fondali che non superano mai una profondità di 1,60 metri, il vento che soffia continuamente sia dai quadranti settentrionali che meridionali, unito alla temperatura mite che domina il paesaggio durante tutto l'anno grazie alla vicinanza delle coste africane, rendono questo spot una delle location più apprezzate sia dai principianti che dagli amanti delle discipline Freestyle e Freeride, non a caso sono tanti gli atleti non solo italiani che vengono qui ad allenarsi in vista delle principali competizioni.

Una scuola a misura di rider, dal principiante al waver

Ed è normale che questa località venga scelta come sede ideale di nuove scuole di kitesurf oltre a quelle storiche. L’ultima ad aprire i battenti in questa Walt Dysney dedicata ai rider si chiama Stagnone Kitesurf ed è gestita da due ragazzi, Michele Rallo e Carmelo Alessi, grandi appassionati di questa disciplina da molti anni che hanno deciso di investire tempo e risorse nell’attività didattica.

Situato nella Contrada Birgi Clemente e aperto tutto l’anno, il nuovo centro sportivo propone corsi base, intermedi e avanzati, oltre a workshop dedicati alle discipline strapless, wave e freestyle. Per coloro che già navigano e sono kiter indipendenti la scuola offre anche i servizi di noleggio attrezzatura e storage, assistenza, video e photo shooting.

Non solo kite: gite in barca, escursioni e itinerari golosi

Finite le session in acqua lo Stagnone Kitesurf propone ai propri ospiti itinerari enogastronomici alla scoperta delle eccellenze culinarie della Sicilia occidentale, ma anche gite in barca a vela nelle isole di Favignana, Levanzo, Marettimo, Mothia e nell’area marina protetta della riserva dello Stagnone.

Per quanto riguarda invece l’alloggio, la scuola di Michele e Alessio offre la possibilità di prenotare formule in maniera totalmente gratuita Corsi + Accomodation nelle varie strutture ricettive situate nei paraggi dello spot, villette, hotel, resort, bed & breakfast al prezzo più conveniente.

Insomma lo Stagnone Kitesurf vuole essere un punto di riferimento per tutti quei rider che vogliono imparare o perfezionare la propria tecnica di navigazione o semplicemente dare sfogo alla propria passione in uno degli spot migliori e più suggestivi non solo d’Italia, ma di tutto il Mediterraneo.

Per maggiori info potete scrivere una mail a corsi@kitesurfing.it oppure potete chiamare il numero 0640049423 

 

Articolo redatto da:

DAVID INGIOSI

Giornalista e Videoreporter

Capo Ufficio stampa

ufficiostampa@kitesurfing.it


Proponi un articolo

Ultime News

GKA World Tour 2017 Dakhla

GKA World Tour 2017 Dakhla

All’ingresso del nuovo lussureggiante hotel Dakhla Westpoint Eco-lodge, martedì mattina 32 atleti si sono iscritti per la seconda tappa del GKA Kitesurf World Tour

Kitecamp Dakhla 2017

Kitecamp Dakhla 2017

Parte la nuove edizione di uno dei kitecamp più caratteristici dell'anno, immersi nel deserto dove il vento soffia dalla mattina fino al tramonto. Dakhla Kitecamp 2017

THE DOCK: il virus del molo gallegiante

THE DOCK: il virus del molo gallegiante

Ancorare una zattera di plastica di metà tonnellata e lunga 100 piedi dopo una pausa dal surf sembra un sogno ma non è così. Cose da matti? No assolutamente, alle 4 di pomeriggio a Bali, questa impresa da sogno è stata possibile e parliamo dell’evento passato alla storia con il nome di “The Dock”