Gka world tour 2017: Mauritius final round

Inizio entusiasmante a Le Morne

lo spettacolo naturale qui è di casa e le previsioni sono sempre eccellenti. È impossibile iniziare una giornata senza l’eccitazione giusta ed è bastato scostare la tenda dalla finestra e notare che il vento era lì ad aspettare i nostri campioni: onda giusta, il cielo azzurro e acqua turchese. Insomma, tutto troppo perfetto

 

 

GKA world tour, la resa dei conti

 

Qual migliore inizio ieri nel vedere in campo con un vento teso, i nostri atleti che pian piano, prendendo confidenza con le condizioni meteorologiche, hanno dato il meglio di se in progressione nel manovrare le proprie ali e dando spettacolo della loro parte migliore, il kitesurf. La giornata di ieri si è aperta con due turni nella divisione maschile e uno in quella femminile

 

 

 

 

La bellissima Moona Whyte e il suo sorriso che piega le onde

 

L’obiettivo di oggi è quello di completare la terza manche maschile e recuperare le due manches per le ragazze che, ci teniamo a ricordare, sono state grandi protagoniste in questi nostri viaggi, dimostrando con la loro tenacia e le loro doti atletiche non comuni che, per governare un ala e passeggiare sulle onde con una tavola, è necessario l’amore per il kitesurf. Purtroppo però la giornata sembra iniziare con bassa intensità ma i giudici di gara, hanno preferito aspettare prima di rinviare la gara, sperando di vedere più a riva, le stesse onde gonfie come quelle in mare aperto.

 

 

 
 

Nessuna pausa per i nostri giudici

 

 

Da un primo momento sembrava che si stesse preparando una giornata epiche, con onde e vento come sperato ma un attimo prima di scendere in campo, le condizioni climatiche si sono attenuate e le manches in programma, sono state così rimandate. Obiettivo di questa tappa è proprio quello di vedere i migliori riders del mondo contendersi la migliore onda, catturare quel turbine di vento, cavalcare il mare in una condizione mondiale.

 

 

Mitu e le sue prodezze in stile

 

 

Tuttavia, la calda giornata di oggi, ha permesso ai nostri atleti di scaldare i motori e la loro sessione freeride, ha dato comunque spettacolo, tenendo i nostri occhi incollati e immersi nel blu del mare di Le Morne.

Ninja-Maria Bichler, ha dato dimostrazione così della sua insuperabile conoscenza delle onde e delle sue doti non comuni.

 

 

Gisela Pulida in action

 

 

 

Non tutti gli atleti oggi hanno fatto capolino sulle spiagge. Di sicuro molti hanno preferito riposarsi, qualcuno ha scelto un altro spot per allenarsi lontano da curiosi e da avversari, qualcuno ha voluto semplicemente staccare la spina. È quello che accade quando si ha a che fare con riders di qualità elevate e di doti naturali insuperabili. Questa tappa è di fondamentale importanza e il risultato finale, potrebbe già incoronare il Campione del Mondo di questa competizione avvincente ed unica, una competizione che ci ha tenuti incollati a vedere le performances di questi ragazzi e diciamocela tutta, ci ha tenuti col fiato sospesi perché è impossibile non immedesimarsi tra quelle onde, è impossibile non avvertire quella grinta che entra in acqua e quell’entusiasmo quando una manovra riesce.

 

 

Roderick Pijls, un pop eseguito con eleganza e manualità

 

Rimanete sintonizzati qui su kitesurfing.it o potete seguire la diretta sui social, cercando la pagina ufficiale di GKA per avere aggiornamenti in tempo reale.

 

 

Airton, il nostro benamato orgoglio nazionale

 

 

kitesurfing.it stay tuned

articolo redatto da Marco SPOSI

marcosposi@kitesurfing.it


Proponi un articolo

Ultime News

Una nuova scuola kite apre allo Stagnone

Una nuova scuola kite apre allo Stagnone

Il nuovo centro sportivo dedicato a tutti gli appassionati rider si chiama Stagnone Kitesurf, sorge in Contrada Birgi Clemente ed è gestito dall'Associazione KItesurf Italiana. Tra i servizi offerti ai soci oltre a corsi base, intermedi e avanzati, la scuola propone anche itinerari enogastronomici, gite in barca e formule corso+alloggio.

Corso di BLSD dedicato al KITESURFING

Corso di BLSD dedicato al KITESURFING

Sono aperte le iscrizioni per i primo corso di BLSD dell'ASSOCIAZIONE KITESURF ITALIANA, Acquisire le conoscenze e le capacità operative relative alla rianimazione cardiopolmonare mediante l’applicazione del Basic Life Support e della defibrillazione precoce. Utile ed obbligatorio per tutti gli istruttori della Federvela.

UFFICIALE IL KITESURF DIVENTA SPORT OLIMPICO

UFFICIALE IL KITESURF DIVENTA SPORT OLIMPICO

La notizia che tutti attendevano da tempo finalmente è arrivata, dal sito della Federvela arriva il comunicato ufficiale, il kitesurf sarà presente alle olimpiadi di Parigi nel 2024

Campionato Italiano freestyle: Coccoluto è il Re d’Italia

Campionato Italiano freestyle: Coccoluto è il Re d’Italia

Sotto il caldo di Sicilia, a largo delle saline della riserva dello Stagnone (TP), si sono disputate le finali del campionato italiano di freestyle. Le ottime condizioni atmosferiche, alleggerite da una piacevole temperatura, hanno fatto da cornice a questa competizione di importanza assoluta

KITECAMP BRASILE 2018

KITECAMP BRASILE 2018

Siamo pronti per vivere una nuova emozione insieme a voi, Dopo l'ultima edizione con quasi 60 partecipanti riparte uno dei viaggi più entusiasmanti del pianeta. Vento, Oceano tanti amici e clima tropicale, questi sono gli ingredienti essenziali per vivere un esperienza da ricordare.

Perchè il Kitesurf genera dipendenza?

Perchè il Kitesurf genera dipendenza?

Molto spesso si sente dire che il Kitesurf genera una sorta di dipendenza. Ebbene si! a quanti di voi è capitato che durante una riunione importante, la coda dell'occhio va a finire fuori ed improvvisamente iniziamo ad essere irrequieti quando notiamo che c'è vento? Infatti il Kitesurf, genera dipendenza, diventando dei veri e propri VENTODIPENDENTI.